Home TvProgrammiBarbara De Rossi ritorna con «Il terzo indizio»

Barbara De Rossi ritorna con «Il terzo indizio»

Quattro casi di femminicidio, di omicidi brutali seguiti da lunghe inchieste e iter processuali. A raccontarli è il programma che ritorna in prima serata su Rete 4

Foto: Barbara De Rossi

10 Maggio 2018 | 17:07 di Simona De Gregorio

Quattro casi di femminicidio, di omicidi brutali seguiti da lunghe inchieste e iter processuali. A raccontarli è «Il terzo indizio», che ritorna in prima serata su Rete 4. Al timone ritroviamo Barbara De Rossi. Da anni l’attrice e conduttrice è impegnata in prima persona per aiutare le vittime di stalking e abusi con l’Associazione Salvamamme-Salvabebè che accoglie e appoggia donne sole fuggite da un compagno violento.

Ci sono novità in questa edizione?
«Lo schema del programma rimane invariato. Attraverso delle docufiction ricostruiamo vicende di cronaca nera che hanno destato scalpore. E lo facciamo nel modo più oggettivo, basandoci sugli atti giudiziari, dal momento che si tratta di casi sui quali è stata pronunciata una sentenza definitiva».

Qual è l’intento del programma?
«Cerchiamo di accompagnare il pubblico, soprattutto quello femminile, dentro una storia in cui ci si può riconoscere. Mostriamo come un amore si possa trasformare in una tragedia, in modo che chi sta vivendo una situazione simile possa cogliere alcuni segnali preoccupanti che devono mettere in allarme».

Cosa dovrebbero fare le donne in pericolo?
«Il terzo indizio, assieme a tanti altri programmi di informazione, suggerisce di denunciare. Ma mi rendo conto che, anche se molte donne lo fanno, spesso non serve a metterle al sicuro. Questo perché la burocrazia è troppo lenta e le leggi sono poco severe: è necessario intervenire alle prime segnalazioni, che invece talvolta vengono sottovalutate».

Quali recenti casi di cronaca l’hanno colpita di più?
«Provo un grande dolore quando mi trovo davanti a storie che coinvolgono i figli, come nel caso di Antonietta Gargiulo, sopravvissuta alla morte delle sue due bimbe uccise dal marito. E poi sono rimasta molto scossa dalla storia di Gessica Notaro (la ragazza sfregiata con l’acido dall’ex fidanzato e concorrente in questa edizione di Ballando con le stelle, ndr). Quello che le è accaduto è atroce. Ma lei ha avuto la forza e l’energia per rinascere. Ed è un simbolo per tutte le donne».