Home TvProgrammiBarbara D’Urso: «Per me la domenica è sempre stata speciale»

Barbara D’Urso: «Per me la domenica è sempre stata speciale»

Il 16 settembre torna a fare gli onori di casa nel suo salotto di Canale 5 con «Domenica Live» e qui ricorda quando da bambina, a Napoli...

Foto: Barbara D'Urso

14 Settembre 2018 | 12:53 di Federico Lusenti

Si può «d’Ursintervistare» (termine coniato da lei stessa per le sue interviste a «Domenica Live») Barbara d’Urso? Noi ci proviamo.

Possiamo «d’Ursintervistarla»?
«Ma mi fate anche le sorprese come faccio io?».

Certo, guardi qui cosa abbiamo trovato: la foto dei suoi esordi a «Il Pomofiore». Era la valletta di Lucio Flauto su Antenna 3 Lombardia.
«La voglio! (ride) Il programma era una sorta di “Corrida”, furono davvero i miei esordi, ancora prima di arrivare a “Domenica in” con Pippo Baudo. Avevo 19 anni. Queste foto dovrei averle anche a casa da qualche parte».

Domande sull’infanzia, come fa lei. Com’erano le sue domeniche quando non c’era ancora «Domenica Live»?
«Quando ero piccola, mamma era malata e papà la domenica mi portava fuori. A volte andavamo allo zoo, altre volte al Cratere degli Astroni o a Villa Floridiana, che sono due bellissime aree verdi di Napoli dove giocavo sul prato con i miei fratelli. Oppure ancora a Edenlandia, un parco divertimenti della città. Poi tornavo a casa e ricordo che nonna Giuseppina mi preparava il brasato alla genovese con le patate fritte».

E invece le sue domeniche da adolescente?
«Uscivo con le amiche, ma mio padre era molto severo e quindi alle 20 dovevo già essere a casa. La domenica pomeriggio per andare a ballare ero costretta a usare uno stratagemma: dicevo a papà che andavo al cinema, compravo il biglietto per mostrarglielo, poi mi facevo raccontare la trama del film dagli spettatori all’uscita della sala. E invece andavo a ballare con le amiche al “Papillon” o alla “Jungla”, due locali di Napoli».

Non c’è «d’Ursintervista» senza notizia esclusiva. Il 16 settembre ripartirà «Domenica Live»: cosa ci può anticipare, come dice lei, «per la prima volta solo per noi»?
«Nella prima puntata ci sarà un incontro imperdibile che riguarderà Loredana Lecciso, l’ex compagna di Al Bano, un momento per cui gli appassionati di tv impazziranno. Poi quest’anno vogliamo lanciare le “mini fiction” sulla vita dei nostri ospiti: immaginate di vedere degli attori professionisti che ricreano alcuni momenti particolarmente emozionanti della vostra vita. Stiamo anche pensando a uno spazio dedicato ai tradimenti ispirato al film “Perfetti sconosciuti”».

Quest’anno sia «La vita in diretta» sia «Domenica in» hanno anticipato la loro messa in onda per contrastarla sin dall’inizio.
«Dopo i numeri record delle nostre ultime stagioni mi aspettavo una contromossa. Ma io penso solo al mio pubblico e a Mediaset, non faccio la guerra a nessuno».

A «Domenica in» ritrova la sua amica Mara Venier. Chi vincerà?
«Sicuramente Mara, perché il suo ritorno è molto atteso, perché è bravissima e perché ci sono alcune circostanze che oggettivamente la favoriscono».

Cioè, ci spieghi meglio?
«Lei parte subito dopo il Tg1, circa 15 punti di share sopra di noi, e ha pochissime interruzioni pubblicitarie. Noi in una puntata di “Domenica Live” abbiamo 15 pubblicità: questo rende più difficile tenere incollato il pubblico, ma è motivo di grande orgoglio essendo Mediaset una tv commerciale».

A proposito di amicizie, è stato scritto che tra lei e Maria De Filippi non corra buon sangue.
«Falsissimo. Maria e io siamo in ottimi rapporti, ci sentiamo spesso e ridiamo sulle cose che qualcuno si inventa per provare a metterci contro. Lo si diceva anche di Paolo Bonolis e poi mi avete vista ospite ad “Avanti un altro!”».

Lei da tempo si è accreditata anche come intervistatrice politica: che ne pensa del governo Giallo-Verde?
«Continuerò a occuparmi di politica a “Domenica Live”, già dalla prima puntata. Matteo Salvini frequenta i miei programmi da moltissimi anni, sa parlare alla pancia della gente. Luigi Di Maio è stato mio ospite e usa un linguaggio chiaro e concreto. Mi piacerebbe ospitare il premier Giuseppe Conte».

Questa si annuncia come la stagione tv più «d’Ursiana» di sempre: «Pomeriggio Cinque», «Domenica Live», «La dottoressa Giò» e il «GF».
«Certo, basta sapersi differenziare e non smettere mai di evolversi. Il “GF15”, oltre a essere stato un successo con una media del 23,3% di share, ha prodotto risultati bellissimi: Veronica ha riabbracciato il padre Bobby Solo dopo 15 anni, sono nate due storie d’amore, si è consolidato il rapporto tra la senatrice Pezzopane e il suo Simone. Senza dimenticare la soddisfazione di vedere l’immensa Gina Lollobrigida nel confessionale! E pensi che Rodrigo Alves, il “Ken umano”, dopo l’ospitata nel mio “GF” è stato preso come concorrente al “GF Vip” in Inghilterra».

Abbiamo concluso la nostra «d’Ursintervista» senza nemmeno dire «caffeuccio» o «col cuore». Ci boccia?
«Amo i miei tormentoni soprattutto perchè dilagano sul web. Vi promuovo, ma vi consiglio un ripasso con le “d’Ursinterviste” originali!».