Home TvProgrammiCarla Signoris e le sue coppie celebri a “Grande amore”

Carla Signoris e le sue coppie celebri a “Grande amore”

Attori, cantanti, reali... tanti personaggi di spicco provenienti da mondi diversi raccontati attraverso la storia sentimentale che ha più segnato la loro vita

Foto: Carla Signoris

20 Febbraio 2020 | 9:05 di Simona De Gregorio

Attori, cantanti, reali... tanti personaggi di spicco provenienti da mondi diversi raccontati attraverso la storia sentimentale che ha più segnato la loro vita. Questo è "Grande amore", il docureality condotto da Carla Signoris, in onda ogni domenica su Raitre.

La puntata del 23 febbraio sarà su Pavarotti e Nicoletta Mantovani.
«Sì. Parleremo del sentimento fortissimo che li legava e che inizialmente ha dovuto lottare contro tanti pregiudizi. Nicoletta offrirà uno spaccato inedito della loro vita di coppia e punterà l’attenzione sul Pavarotti papà, legatissimo alla loro figlia Alice».

C’è un denominatore comune nelle storie che raccontate?
«L’emotività. Cerchiamo sempre di mettere in luce il sentimento forte che lega queste coppie, mostrandone un lato inedito».

Lei racconterebbe la sua storia con Maurizio Crozza a Grande amore?
«Non so. Forse se trovassi una persona in cui ripongo tutta la mia fiducia accetterei. Non è facile mettersi a nudo e mi lusinga che in tanti abbiano deciso di aprirsi con me».

Lei e Crozza vi date consigli che riguardano il vostro lavoro?
«Tra noi c’è uno scambio, parliamo del nostro lavoro, ma ognuno di noi rispetta le scelte dell’altro».

A proposito di scelte, lei rilascia interviste mentre suo marito no.
«Io condivido questa sua decisione. Non ha senso che dica o spieghi qualcosa. Il suo show parla da solo».

Per lei cos’è l’amore?
«Qualcosa di indispensabile. Una parte di me, la metà che mi completa. E se ti capita la persona giusta devi tenertela stretta, difendendo la coppia con le unghie e con i denti».

Cosa le piace di "Grande amore"?
«Sono racconti in cui tutti possono riconoscersi e anche trovare spunti di riflessione, perché le storie d’amore sono fatte di gioie, soddisfazioni, dolori, difficoltà. Proprio come quelle che vive ciascuno di noi».