“Ci vediamo al bar”: Giusi Battaglia in Sicilia tra specialità dolci e salate

Giusina ci porta alla scoperta dei dolci tipici e delle specialità della rosticceria siciliana

25 Ottobre 2022 alle 08:55

Dopo averci regalato tantissime ricette in "Giusina in cucina", ora Giusi Battaglia ci porta alla scoperta dei dolci tipici e delle specialità della rosticceria nel nuovo programma da lei ideato "Ci vediamo al bar - Sapori di Sicilia in sfida", da giovedì 27 ottobre su Food Network. Ad accompagnarla in questo viaggio è l’attore Paolo Briguglia, palermitano come lei.

Giusi, com’è nata l’idea?
«Mio papà era proprietario di un bar ed è una realtà che conosco bene. E quando si è accesa la lampadina ho pensato anche a "Nati stanchi", il primo film di Ficarra & Picone in cui trascorrono intere giornate nel bar del loro paese per sostenerne l’economia».

Da cosa è composta la colazione tipica siciliana?
«A Messina va forte la brioche con granita e panna. A Palermo si mangia il cornetto o la ciambella fritta. Ma tanti preferiscono il salato, per esempio le arancine o le pizzette. E ricordo che da piccola nella zona di La Cala c’era un banchetto che faceva il pane con la milza, e alla mattina presto la gente faceva la fila per comprarlo».

Lei cosa mangia al mattino?
«Vario: biscotti, corn flakes, fette biscottate fatte da me con marmellata e formaggio spalmabile o un pezzo di torta. E bevo il latte di avena».

Ma nei bar non si va solo per la colazione...
«In Sicilia nei bar si trovano tutti i piatti tipici, compresi i primi che tanti scelgono a pranzo. E tutta la rosticceria viene servita all’aperitivo. Nel nostro tour vedrete un locale che la propone in porzioni mignon, da mangiare in un solo boccone».

Un segreto che ha imparato?
«Sapevo che lo strutto viene impiegato in diversi impasti, ma ho scoperto che le rosticcerie lo usano per friggere. Tralasciando l’aspetto salutistico, il risultato è ottimo per il gusto e la croccantezza».

Seguici