Home TvProgrammi“Ciao Darwin”, dalla sigla storica alla sfida più amata, tutte le curiosità sul programma creato da Paolo Bonolis

“Ciao Darwin”, dalla sigla storica alla sfida più amata, tutte le curiosità sul programma creato da Paolo Bonolis

L’ultimo appuntamento è per il 3 agosto su Canale 5. Ma prima di salutare lo show più “folle” della tv, che ne dite di un ripasso delle sue pazzie più divertenti? Per esempio lo sapevate che...

Foto: Luca Laurenti e Paolo Bonolis con la “Macchina del Tempo”

01 Agosto 2019 | 15:36 di Paolo Fiorelli

L’ultimo appuntamento con "Ciao Darwin" è per il 3 agosto su Canale 5. Ma prima di salutare lo show più “folle” della tv, che ne dite di un ripasso delle sue pazzie più divertenti? Per esempio lo sapevate che...

La sfida più amata
Il fine ultimo della trasmissione è individuare le caratteristiche degli “Adamo ed Eva del futuro” facendo scontrare a ogni puntata due categorie opposte di esseri umani: Chic contro Shock, Cime contro Rape... Secondo la teoria dell’evoluzione di Darwin, i più adatti sopravvivono e gli altri si estinguono. Le sfide cambiano a ogni puntata ma una, la più amata, è stata ripetuta ben quattro volte (su otto edizioni): è quella che vedecontrapposti i Belli contro i Brutti.

Quel trasformista di Luca Laurenti
Tra i personaggi interpretati da Luca Laurenti, l’esuberante e insostituibile “spalla” del conduttore Paolo Bonolis, ci sono i presidenti Donald Trump e Kim Jong-un, il “religioso” Frattazzo da Velletri, il sensitivo DeMentalist, il criminale Pablo Escobar, un cowboy, un lottatore di lotta greco-romana, l’Uomo Camaleonte e perfino Furia il cavallo del West!

Non solo Madre Natura
Uno dei punti forti del programma è la presenza di una bellissima modella chiamata a impersonare “Madre Natura”. Finora ne sono sfilate 30 in rappresentanza di ben 21 nazioni: Albania, Australia, Brasile, Capo Verde, Croazia, Cuba, Francia, Germania, Kazakistan, Italia, Lituania, Mozambico, Regno Unito, Repubblica Ceca, Russia, Serbia, Spagna, Svezia, Svizzera, Tunisia, Usa. Ma ci sono stati anche quattro “Padre Natura”, tra cui l’italiano Filippo Melloni.

La sigla dice tutto
La sigla storica del programma è la canzone "Matti", scritta da Renato Serio e Renato Zero nel 1999 e cantata da quest’ultimo. Una scelta che la dice lunga sul tono autoironico e spensierato del programma.

Ascolti record
La puntata più seguita dell’ottava edizione è stata quella tutta al femminile del 5 aprile che vedeva contrapposte le Giuliette (guidate da Giorgia Palmas) e le Messaline (Taylor Mega): 4.705.000 spettatori per uno share del 25%.

Premi davvero... speciali
Dal 2016 Paolo Bonolis assegna (dopo apposita votazione tra i concorrenti) il “Ciao Darwin Award”, che nell’ultima edizione è diventato il “Darwin di Donatello” (parodia del David di Donatello): una “splendida” statuetta che rappresenta un David barbuto che regge un’enorme banana. Tra le categorie premiate: “Mister Darwin”, “Miss Darwin” e “Miglior facciatosta”. La “Coppa Onan”, invece, viene assegnata dallo staff del programma e ha la forma di una insalatiera composta di banane dorate.