“Codice – La vita è digitale” con Barbara Carfagna

Il programma di divulgazione scientifica e tecnologica di Rai1 è al via con una nuova edizione il 23 giugno

21 Giugno 2023 alle 08:24

La nostra società sta cambiando. Il progresso tecnologico avanza in tutti i settori: nella medicina, nel mondo del lavoro, nella scuola... Ultimamente, poi, si parla spesso di intelligenza artificiale e dell’impatto che potrebbe avere sulla nostra esistenza. Un ottimo spunto per fare un po’ di chiarezza ce lo offre Barbara Carfagna, conduttrice di "Codice: La vita è digitale", il programma di divulgazione scientifica e tecnologica di Rai1, al via con una nuova edizione il 23 giugno.

Barbara, ci spiega in parole semplici cos’è l’intelligenza artificiale?
«In realtà non è un’intelligenza e non è intelligente. Si tratta piuttosto di un sistema informatico con la straordinaria capacità di fare calcoli in maniera rapida ed efficace basati su statistiche, codici e dati acquisiti. Certo, manca l’aspetto emotivo, non c’è un ragionamento, un sentimento».

Quali sono i campi dove sta dando i risultati migliori?
«Quello medico, perché consente di avere diagnosi precise, predittive e personalizzate. E senza l’intelligenza artificiale non avremmo avuto il vaccino contro il Covid in tempi così rapidi. E poi non dimentichiamo tutti i settori dell’industria...».

Per esempio?
«Le macchine da corsa. Finora si acquisivano i dati dell’auto, del pilota e della pista per poi produrre un prototipo da testare. Ora è possibile creare una sorta di gemello virtuale con stampa tridimensionale».

In quali Paesi l’intelligenza artificiale è più avanzata?
«La Corea del Sud, la Cina e Singapore, dove esistono dei robot con sembianze umane che assistono gli anziani o apparecchi elettronici che forniscono loro un aiuto, come ricordare di prendere i medicinali».

Seguici