Home TvProgrammiCristiano Tomei, lo chef di Tv8: «Vi aspetto ai fornelli»

Cristiano Tomei, lo chef di Tv8: «Vi aspetto ai fornelli»

Per gli appassionati di programmi di cucina è un volto familiare. "Presidia" infatti il preserale come giudice di "Pupi & fornelli" e "Cuochi d’Italia"

Foto: Cristiano Tomei

09 Maggio 2019 | 09:05 di Simona De Gregorio

Per gli appassionati di programmi di cucina è un volto familiare. Lo chef Cristiano Tomei “presidia” infatti il preserale di Tv8 come giudice di "Pupi & fornelli" e "Cuochi d’Italia". Toscano verace, si è accostato al mondo della gastronomia da autodidatta ed è titolare del ristorante L’imbuto a Lucca. E qui ci regala una sua ricetta.

Chef, come è nata questa sua passione?
«Vengo da una famiglia che mi ha educato al piacere del cibo. I miei genitori organizzavano sempre cene con tantissime persone ed erano entrambi bravi ai fornelli».

Ma cuochi si nasce o si diventa?
«Rispondo con una citazione di "Ratatouille", che per me è il miglior film di cucina che sia mai stato fatto. La frase è “Chiunque può cucinare”, nel senso che magari non si diventa chef, ma ognuno di noi può imparare a fare da mangiare».

Le piace fare tv?
«Molto. Noi cuochi siamo tutti un po’ primedonne. Ma grazie a "Cuochi d’Italia" sto imparando molto dai concorrenti. Invece a "Pupi & fornelli" mi diverte potermi mettere al servizio di persone con scarsa dimestichezza in cucina».

Rispetto ad altri colleghi giudici in tv lei è molto pacato...
«Penso che un cuoco debba essere autorevole, non autoritario. E poi mi piace puntare sull’ironia, sulla battuta, perché fa parte di me».

Dal 27 affiancherà per un periodo Alessandro Borghese a "Kitchen Sound" su Sky Uno. Cosa farete?
«Prepareremo delle ricette “svuotafrigo” per mostrare prima di tutto come evitare gli sprechi. E perché anche con pochi ingredienti si può preparare un piatto delizioso».

Spaghetti con scampi e pomodori verdi

Mettete 4 pomodori molto verdi sulla griglia. Una volta cotti togliete la buccia e passate al setaccio ottenendo un composto denso. Pulite 8 scampi, conservate la polpa e strizzate le teste nella salsa di pomodoro. Portate a bollore abbondante acqua salata e cuocete 400 g di spaghetti. Intanto, versate pochissimo olio in una padella e fate soffriggere uno o due spicchi di aglio, aggiungendo poi la salsa. Rimuovete l’aglio e versate nella padella gli spaghetti senza saltarli troppo. Aggiungete la polpa di scampi crudi e un po’ di mentuccia spezzettata con le mani.