Home TvProgrammiEcco chi sono le 4 nuove Professoresse de “L’eredità”

Ecco chi sono le 4 nuove Professoresse de “L’eredità”

Conosciamo da vicino le ragazze che affiancano Flavio Insinna nel quiz preserale di Raiuno

Foto: Da sinistra: Ginevra Pisani, Daisy Mancini, Flavio Insinna, Sara Arfaoui e Federica Calemme

24 Ottobre 2019 | 12:31 di Tiziana Lupi

Ogni sera le quattro nuove Professoresse affiancano Flavio Insinna nel quiz preserale di Raiuno "L’eredità". Il loro ruolo? Oltre a improvvisare qualche rapida mossa di ballo durante gli stacchetti musicali, hanno il compito di fornire una spiegazione approfondita alle risposte che danno i concorrenti. Alcune provengono già dal mondo dello spettacolo, altre lo sognavano da tempo. Ma conosciamole meglio.

Daisy Mancini: «Che emozione essere qui»

Quando era piccola, la valdostana Daisy Mancini guardava "L’eredità" con i nonni. «Ci divertivamo a giocare alla ghigliottina» ricorda. E racconta: «Non avrei mai immaginato di arrivare qui un giorno. L’emozione è talmente tanta che, quando devo parlare, ho la tachicardia e mi manca l’aria». Per fortuna c’è Flavio Insinna: «Ha fatto la gavetta anche lui, sa cosa vuol dire e con noi è simpatico e comprensivo». Daisy ha avuto una parte in "Loro" di Paolo Sorrentino e sogna di continuare a lavorare nel mondo dello spettacolo. «Vorrei fare la regista» rivela.

Ginevra Pisani: «E se trovassi l’amore?»

Ginevra Pisani, modella napoletana, è l’unica single del gruppo: «Scriviamolo in grande, magari trovo l’amore dove meno me lo aspettavo» scherza. In realtà fino a qualche tempo fa l’amore ce l’aveva, lo aveva incontrato a "Uomini e donne": «La storia è finita e per me è il momento di gettare le basi per il futuro» dice. Il suo sogno è di fare l’attrice in un film o in una serie tv e per questo sta studiando recitazione, dizione e canto. «Per ora, però, sto bene a L’eredità perché valorizza noi ragazze non solo per la nostra bellezza ma anche per la nostra intelligenza e cultura».

Sara Arfaoui: «Farei la giornalista»

Di origini franco-tunisine, Sara Arfaoui si definisce “cittadina del mondo”. Ha vissuto in diverse città, ha fatto l’hostess e la modella ed è sempre alla ricerca di nuovi stimoli: «Ora sono qui ma in futuro potrei fare la giornalista, la psicologa o chissà cos’altro». Ma ha anche un altro desiderio: «Aiutare gli altri. Da ragazzina ho sperimentato sulla mia pelle il bullismo e il razzismo e vorrei fare qualcosa per chi ne è vittima, magari con una trasmissione di informazione. La televisione può fare molto per dare voce a chi non ne ha».

Federica Calemme: «Sogno il Festival»

Federica Calemme ha partecipato al casting per "L’eredità" già nel 2017, l’anno in cui ha vinto la fascia di Miss Tv Sorrisi e Canzoni a Miss Italia. «Poi, finalmente, mi hanno chiamata e considero questa esperienza un ottimo inizio». Per la fotomodella napoletana l’obiettivo è condurre un programma tutto suo: «Qualcosa di divertente, tipo "Made in Sud" o "Zelig". Certo, se poi capitasse il Festival di Sanremo… Mi basterebbe anche solo poter scendere la scalinata del teatro Ariston!». Il modello a cui si ispira? «Michelle Hunziker, è spigliata e affascinante».