“Elisir d’Estate”, i consigli di Michele Mirabella per una stagione sana

Lui e Benedetta Rinaldi intervistano ogni mattina medici ed esperti su problemi di salute, nutrizione, fisioterapia e quant’altro sia utile a un sano stile di vita

Michele Mirabella
26 Luglio 2021 alle 08:42

Michele Mirabella conduce "Elisir" da ben 25 anni. Adesso su Raitre va in onda la versione estiva, "Elisir d’Estate", dove lui e Benedetta Rinaldi intervistano ogni mattina medici ed esperti su problemi di salute, nutrizione, fisioterapia e quant’altro sia utile a un sano stile di vita.

Mirabella, intanto, trascorre la sua estate in una casetta sulle coste pugliesi non lontano da Bari (lui è originario di Bitonto). Questa stagione, confessa, è per lui la più bella: «D’estate sto davvero bene. Se chiedete alle persone qual è la loro stagione preferita, l’80% dirà: “La primavera”. Invece per me l’estate è fantastica, con queste giornate lunghissime, si può stare all’aria aperta, se fa caldo ci possiamo fare un bagno. A me dà un gran benessere psicologico».

«Non sono un medico e non posso dare consigli medici. Posso solo riferire le cose che mi sono state dette». La prima che Mirabella ci tiene a riferire è che «non bisogna esagerare con il sole diretto, non è prudente. La tintarella, per quanto benaugurante di condizioni fisiologiche liete, va presa con attenzione. Senza difese e per troppo lungo tempo, non va bene e soprattutto nuoce ai bambini che hanno difese meno esperte e meno rodate».

Altro consiglio di Mirabella. «D’estate bisogna mangiare bene, ossia cibi buoni e leggeri, senza esagerare. Approfittate per mangiare il pesce fresco, in questo periodo è più facile procurarselo, io stesso, che non ne sono goloso, lo mangio spessissimo, è un elemento dietetico straordinario. Attenzione anche all’alcool: un bicchiere di vino è un ottimo corredo del buonumore, ma se si esagera poi si suda e ci si disidrata e in più si finisce per dire molte sciocchezze».

Per le zanzare e altri insetti «non basta l’empirica attenzione delle nonne. In vacanza vale la pena essere attrezzati, fatevi consigliare dal medico di medicina generale e portate un piccolo “armadietto di medicinali” per pruriti, gonfiori o allergie più importanti».

Seguici