“Non è la Rai” compie 30 anni: 10 momenti indimenticabili

Festeggiamo il programma cult targato Mediaset e ideato da Gianni Boncompagni

Ambra Angiolini  Credit: © Olycom
8 Settembre 2021 alle 18:13

«Se non vi piace il programma, vi prego, non lo guardate» comincia così “Affatto deluse”, sigla di “Non è la Rai” del 1993. Era la risposta a “Delusa” la canzone di Vasco Rossi che voleva mettere alla berlina le ragazze protagoniste dello show pomeridiano di Italia1 eil creatore della trasmissione (insieme a Irene Ghergo) Gianni Boncompagni. Il programma, però, piaceva eccome e resta una pietra miliare della televisione italiana da quando, il 9 settembre 1991, Canale 5 ha mandato in onda la prima edizione.

"Non è la Rai" compie 30 anni di musica e di quell’ironia tagliente che lo hanno fatto assurgere a vero e proprio cult capace di lanciare tantissime star. A partire da Ambra Angiolini, stella indiscussa della trasmissione (quando passa a Italia 1) capace di smarcarsi dalla figura della ragazzina terribile costruita ad hoc in quegli anni, per trasformarsi in una conduttrice capace e selettiva, oltre che in uno dei volti più interessanti e versatili del nostro cinema.

Angiolini a parte ricordiamo le carriere di altre giovanissime che, dagli studi del mitologico centro Palatino di Roma, hanno preso il volo in tv (in programmi come “Striscia la notizia”, “Meteore”, “Quelli che… il calcio” e “L’isola dei famosi”) e al cinema: da Sabrina Impacciatore a Nicole Grimaudo passando per Lucia Ocone, Alessia Barela, Antonella Elia, Claudia Gerini, Miriana Trevisan (prossima concorrente al “Grande Fratello Vip”), Laura Freddi, Romina Mondello, Antonella Mosetti e Alessia Mancini. Altre - come Alessia Merz, Roberta Carrano, Pamela Petrarolo, Eleonora Cecere, Ilaria Galassi, Emanuela Panatta, Alessia Gioffi e Cristina Quaranta - dopo un periodo di visibilità, hanno (quasi del tutto) abbandonato il piccolo schermo. Una sicurezza c’è: tutte le allora mini-stelline avranno sempre la consapevolezza di aver fatto parte di una trasmissione unica, passata agli annali al motto di  «Ma com’è bello qui, ma com’è grande qui, ci piace troppo ma… non è la Rai».

Vediamo allora quali sono i dieci momenti cult della trasmissione, quelli che i veri fan conoscono a menadito.

Seguici