Serena Bortone va a gonfie vele grazie agli ascolti di “Oggi è un altro giorno” su Rai1

«Vado in onda alle 14, mangio dopo» racconta la conduttrice. «Bevo solo del tè verde, poi finito il programma ho un cestino per il pranzo a base di verdure»

Serena Bortone
17 Gennaio 2022 alle 08:47

Il programma pomeridiano di Rai1 “Oggi è un altro giorno” va a gonfie vele e supera spesso i due milioni di telespettatori. Merito del clima affiatato che si respira in studio tra gli ospiti e la conduttrice Serena Bortone, che ha uno stile spigliato e genuino.

Serena, è contenta di questi risultati?
«Non potrei esserlo di più, perché abbiamo gli ascolti più alti in questa fascia oraria per Rai1 degli ultimi nove anni».

Come si conquista l’affetto del pubblico?
«Raccontando storie, anche private e familiari, che possano restituire un pezzo di storia del Paese. E partendo sempre dall’attualità, dai temi di interesse comune. Per esempio, visto che l’argomento cruciale della politica adesso è l’elezione del Presidente della Repubblica, abbiamo invitato Claudio Ciampi, il figlio dell’ex Presidente Carlo Azeglio Ciampi, e Diomira Pertini, la nipote dell’ex Presidente Sandro Pertini».

Come prepara il programma giorno dopo giorno?
«Dopo la diretta mi riunisco con gli autori e insieme buttiamo giù la scaletta del giorno dopo. Gli autori sono 15, con diversi gradi di responsabilità, dall’ideazione alla redazione dei testi: la buona tv va scritta bene. Ed è essenziale che i vari momenti, da quello più di spettacolo a quello più culturale, siano calibrati».

E se al mattino succede qualcosa che merita attenzione?
«Ci sentiamo con la squadra, modifichiamo la scaletta, mandiamo inviati sul posto. Succede spesso di rivoluzionare tutto: per esempio l’anno scorso, quando abbiamo saputo che Franco Battiato ci aveva lasciati, non potevamo che aprire con questa notizia».

Che metodo usa per preparare le interviste?
«Il metodo “enciclopedico”: se una cosa mi appassiona, devo sapere tutto. Funziona così anche in contesti non lavorativi, persino a colazione. Siccome non prendo il caffè, bevo un litro e mezzo di tè verde e ho imparato a conoscere le caratteristiche delle varie qualità».

A proposito, lei va in onda alle ore 14: mangia prima o fa una colazione rinforzata?
«La seconda: al tè aggiungo della frutta, fresca e secca, del latte di soia o avena, oppure uno yogurt. Così sto a posto fino alle quattro: mi tiene su l’adrenalina. Mangio a fine puntata, ho un cestino con il pranzo a base di tante verdure».

Sceglie lei personalmente tutti gli ospiti?
«Sì, ma sempre con gli autori. A volte le idee capitano in modo bizzarro. Come quando ho visto Ivana Spagna e Johnson Righeira cantare a una Festa dell’Unità dove ero andata per intervistare il Ministro del lavoro, Andrea Orlando. Mi sono detta: “Li voglio insieme in studio”. E quanto abbiamo ballato…».

Si diverte a ballare?
«Ho sempre amato ballare, fin da quando ero ragazza. Ho passato l’adolescenza a Londra e mi piaceva tantissimo andare in discoteca. Ma poi al pianoforte in studio ho Memo Remigi che, per me, è il vincitore morale, assieme a Valeria Fabrizi, di “Ballando con le stelle”».

Con Memo siete amici, ormai.
«Sì, mi trovo bene con lui perché ha il dono dell’ironia».

Lei indossa sempre delle belle scarpe col tacco: una sua passione?
«Amo le scarpe eleganti e ho sempre portato i tacchi, tranne quelli a spillo. In studio me li posso permettere, perché sto quasi sempre seduta. Una volta, però, mentre provavo a fare un passo con Raffaele Paganini, stavo per slogarmi una caviglia (ride)».

Ci tolga una curiosità: perché chiude il programma dicendo sempre «Buon vento!»?
«Perché è il saluto dei velisti. A me piace andare in barca a vela. Amo la sensazione che dà, il contatto con la natura, la brezza del mare, il senso di libertà. “Buon vento” è proprio questo: il mio augurio di libertà».

È pronta per la prima serata?
«Sono pronta a tutto e a niente. Il punto d’arrivo non esiste, conta quello che sto facendo. Fare troppi progetti è uno spreco di energie. Dove mi porterà la vita, lo sa solo il vento».

Seguici