Home TvProgrammi“Sopravvissute”, su Rai3 le storie di donne che si sono sottratte da relazioni pericolose

“Sopravvissute”, su Rai3 le storie di donne che si sono sottratte da relazioni pericolose

Dal 3 marzo su Raitre, in seconda serata, ritroviamo la trasmissione ideata e condotta da Matilde D’Errico (autrice anche di "Amore criminale")

Foto: Matilde D’Errico

01 Marzo 2019 | 15:25 di Simona De Gregorio

Dal 3 marzo su Raitre, in seconda serata, ritroviamo "Sopravvissute", la trasmissione ideata e condotta da Matilde D’Errico (autrice anche di "Amore criminale"), incentrata su storie di donne che si sono sottratte da relazioni pericolose o malate e sono riuscite a salvarsi.

Le protagoniste sono quindi state vittime di stalking o di violenze fisiche e psicologiche. Ma c’è un denominatore comune che le unisce: tutte credevano di aver trovato l’uomo giusto e nessuna sospettava di trovarsi di fronte una persona egocentrica e disturbata. Si comincia con la storia di Lucia, pasticciera napoletana, che a 21 anni si innamora di un uomo più grande di lei. Dopo poco lui comincia a picchiarla ripetutamente. Lei fugge ma poi scopre di aspettare un bambino e si riavvicina a lui. Però l’uomo non smette di essere violento e a questo punto Lucia si decide a denunciarlo. Oggi ha un lavoro e vive serena con la sua bambina. L’ex compagno è stato rinviato a giudizio per maltrattamenti aggravati dal fatto che la ragazza fosse incinta.

STOP AL SILENZIO In conclusione di ogni puntata la D’Errico illustra un alfabeto della sopravvivenza, individuando per ogni  storia le “parole chiave” che possono aiutare a capire la gravità del problema, sensibilizzando l’opinione pubblica. Un invito alle donne che stanno vivendo la stessa esperienza a ribellarsi e a ritrovare la libertà.