Home TvProgrammi“Ti spazzo in due”, le cinque superstar della pulizia domestica

“Ti spazzo in due”, le cinque superstar della pulizia domestica

Anna, Tiziana, Antonella, Veronica e nonna Rosy si scatenano su Real Time per aiutarci nei lavori di casa

Foto: Da sinistra, Anna (sorella minore di Antonella), Tiziana (figlia di Antonella), il boss Antonella, Veronica (l’altra figlia del boss) e nonna Rosy

25 Novembre 2020 | 9:03 di Simona De Gregorio

Specchio, specchio delle mie brame chi ha la casa più pulita del reame? Con tutta probabilità se vivesse oggi, in tempo di Covid e lockdown, la perfida regina di Biancaneve finirebbe per appagare la sua vanità tra le mura domestiche con una dimora linda e perfettamente igienizzata. E in suo soccorso potrebbero arrivare “le Paglionico”.

Tre generazioni di donne (nonna, due figlie e due nipoti) titolari di un’impresa di pulizie e protagoniste del nuovo docureality di Real Time “Ti spazzo in due”, al via da mercoledì 25 novembre. In ogni puntata le nostre professioniste del pulito vengono contattate dal proprietario di un’abitazione per renderla splendente, suggerendoci consigli per un’accurata pulizia domestica. Tema quanto mai caro oggi che col rischio Covid siamo ancora più attenti all’igiene e alla pulizia. Tanti segreti che Antonella, la “boss” del gruppo, ha anticipato a Sorrisi.

Una stanza alla volta
«Per la pulizia quotidiana, come prima cosa aprite tutte le finestre in modo da arieggiare e preparate i prodotti che vi occorrono. Poi liberate tutti gli spazi da sedie, ceste, tappeti o altro. Spolverate i mobili e passate l’aspirapolvere, poi terminate lavando i pavimenti. Ma ricordatevi sempre di finire una stanza prima di iniziare l’altra».

Via la polvere!
«Per eliminare la polvere non serve altro che un panno in microfibra bagnato e strizzato bene: deve restare solo umido».

A ciascuno il suo panno
«Non serve avere tanti panni in casa. I migliori sono quelli in microfibra, adatti a tutti gli ambienti e le superfici. In commercio si trovano in diversi colori e potete destinarne uno a ogni stanza. Invece i panni antiscivolo o le pelli di daino vanno bene per asciugare».

Lo spazzolone
«Per lavare il pavimento l’ideale è lo spazzolone con la base piatta dotata di velcro, a cui si attaccano gli appositi panni, poi lavabili in lavatrice. Il “mocio” va invece usato solo per la pavimentazione porosa oppure su balconi e terrazzi, perché non cattura la polvere e i pelucchi, ma li sposta soltanto da un punto all’altro».

A proposito di vetri
«Acqua e ammoniaca restano la soluzione migliore per lavare i vetri. Ma se dà fastidio l’odore intenso, si può utilizzare il detersivo per i piatti o il sapone di Marsiglia: diluite un cucchiaino in una bacinella con mezzo litro di acqua calda e intingete la spugna passandola poi sui vetri. Quindi asciugate subito con un panno di cotone, per esempio il pezzo di un vecchio lenzuolo. Evitate la carta di giornale perché lascia gli aloni».

E ora una bella doccia
«Se volete evitare le macchie di acqua e bagnoschiuma nel box doccia, tenete a portata di mano un tergivetri e asciugate i vetri subito dopo la doccia. Se le macchie sono persistenti, va bene una spugnetta di inox e lo scioglicalcare, da non confondere con l’anticalcare. Attenzione!».

L’aceto per la cucina
«Che il piano cottura sia a gas o a induzione, potete usare una miscela di aceto bianco e bicarbonato sciolti in acqua calda, da passare con una spugnetta abrasiva ma antigraffio. Poi si risciacqua con acqua e succo di limone e si passa il panno in microfibra, che è ottimo anche per lucidare».

Divani e... farina
«Il succo di limone non è l’unico ingrediente “rubato” alla cucina che può essere impiegato per le pulizie. La farina è perfetta per togliere le macchie dai divani, perché assorbe l’unto, e per lucidare i lavelli della cucina. Il sale grosso è un ottimo sanificatore, perciò va usato per pulire le fughe delle piastrelle: si crea una crema composta da mezzo litro di acqua e 250 g di sale grosso. Lo stesso preparato può essere impiegato per togliere le macchie di bruciato nel forno. Infine, l’olio di oliva è ottimo per lucidare i mobili in legno».

Stirare, che noia
«Se non volete passare ore a stirare, evitate le mollette, che lasciano il segno. Scrollate bene lenzuola e asciugamani e piegateli con cura prima di stenderli. Per le camicie, l’ideale è farle asciugare su un appendiabiti».

Cani e gatti
«Se avete un cane o un gatto, pulire la casa ogni giorno diventa una necessità. Aspirate bene tutti i peli con l’aspirapolvere, poi passate un panno umido imbevuto di acqua e alcol, che oltre a disinfettare elimina i cattivi odori. Evitate però i panni gommati perché aderiscono troppo al pavimento e non raccolgono i peli. Se gli animali salgono sui divani in pelle e li sporcano, va bene pulirli con acqua e sapone di Marsiglia. Quelli in tessuto si possono spazzolare per poi passare sulla superficie acqua e bicarbonato».

Che buon profumo
«Avete cucinato e l’odore si è diffuso dappertutto? Usate la buccia di limone, di mandarino o arancia: posata sul calorifero, emana un profumo di agrumi molto gradevole».

Un piccolo sforzo in più
«In tempo di Covid è particolarmente consigliato avere qualche accorgimento in più. Disinfettate spesso con l’alcol le maniglie di porte e armadi e gli interruttori della luce. E attenti ai caloriferi, dove si annidano polvere, muffe, insetti e batteri. Vanno quindi sanificati. Si passa l’aspirapolvere con il beccuccio, poi si tira via lo sporco con uno spazzolino e infine si lava bene con acqua calda e aceto».