Tommaso Foglia è il nuovo giudice di “Bake off”

Dal 2 settembre affianca Ernst Knam e Damiano Carrara su Real Time

2 Settembre 2022 alle 08:29

Originario di Nola, vicino Napoli, proviene da una famiglia di panificatori e ha girato mezzo mondo. Parliamo di Tommaso Foglia, il nuovo giudice di "Bake off", condotto da Benedetta Parodi. E dal 2 settembre affianca Ernst Knam e Damiano Carrara su Real Time. Al centro di questa decima edizione del talent, la pasticceria tradizionale.

La pasticceria tradizionale, quindi, resta un caposaldo?
«Certo. Io dico sempre che prima di andare sulla luna bisogna imparare ad andare in bicicletta. Le basi sono fondamentali».

E cosa consiglia a chi è alle prime armi?
«La pasta frolla, sembra semplice ma non lo è».

Che giudice sarà?
«Sono esigente. Elargisco elogi quando un lavoro è ben fatto, ma se non lo è, so essere severo. Il mio compito è individuare i limiti e trasformarli in punti di forza».

Conosceva già Knam e Carrara?
«Solo di fama. Ma è stata una sorpresa. Ci siamo subito trovati in sintonia: per Ernst conta il gusto è Damiano è molto preciso, pignolo. Ma ci amalgamiamo bene».

E Benedetta?
«Lei è una donna deliziosa, sorridente, paziente e disponibile».

Qual è il dolce di cui è più goloso?
«La pastiera, così come tutta la pasticceria napoletana, ma prima ancora la millefoglie».

Knam è il re del cioccolato. Lei ha un ingrediente preferito?
«La frutta. Non manca quasi mai nelle mie creazioni. Ma adoro anche sperimentare abbinamenti insoliti».

Per esempio?
«Utilizzo spesso la verdura nei dolci, come la barbabietola, la zucca e i finocchi. Ma anche l’aglio nero o l’aceto e i funghi fermentati».

Qual è il suo cavallo di battaglia?
«I dessert al piatto, delle monoporzioni molto golose e creative».

Seguici