Home TvProgrammi“Una storia da cantare”, presentano Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero

“Una storia da cantare”, presentano Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero

L’inedita coppia conduce su Raiuno tre prime serate (da sabato 16 novembre) per celebrare l’arte e la vita di De André, Dalla e Battisti

Foto: Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero

15 Novembre 2019 | 10:30 di Enrico Casarini

Fabrizio De André, Lucio Dalla e Lucio Battisti: a partire dal 16 novembre Raiuno dedica loro un sabato sera ciascuno. Un omaggio alla loro musica, alla loro vita, al mondo in cui sono cresciuti e che hanno reso più bello con la magia del loro talento.

Un mondo che è il nostro, perché noi li abbiamo ascoltati, applauditi e aspettati a ogni novità. E non vogliamo proprio dimenticarli. La traduzione di tutto questo in tv si intitola “Una storia da cantare”: tre serate condotte da una coppia inedita e curiosa composta da Enrico Ruggeri e Bianca Guaccero.

Cosa succederà, dunque, all’Auditorium Rai di Napoli, dove si svolge il programma? Naturalmente sentiremo tanta musica dal vivo, omaggi di grandi interpreti e di voci giovani da scoprire. Poi il racconto si snoderà tra immagini e collegamenti dai luoghi dove De André, Dalla e Battisti hanno vissuto, con il cemento delle testimonianze di tanti ospiti. Enrico Ruggeri terrà le fila del racconto.

Del resto, lui i nostri tre mostri sacri li ha conosciuti bene. Più o meno… «Dalla e De André sì, ma non userò la parola “amicizia” perché nel nostro ambiente si usa in modo un po’ esagerato» spiega a Sorrisi. «Dalla era originale, spiazzante. Se dici qualcosa a una persona, prevedi che quella possa risponderti in due o tre modi. Lucio ti rispondeva con la quarta opzione! Era estroso anche nei rapporti umani. Di De André ricordo un certo umorismo cinico nello stile di Paolo Villaggio. Ecco, loro due sì che erano amici! E poi l’enorme cultura… Battisti invece l’ho visto una volta soltanto, ero un ragazzino, sarà stato il 1978. Presi un ascensore negli uffici della Rca a Milano e dentro c’era lui: si voltò dall’altra parte. Tutto qui».

Naturale chiedere a un grande autore come Ruggeri quale sia stata la cifra della creatività di questi maestri. «Ciascuno di loro ha segnato un “prima” e un “dopo” nella storia della nostra canzone. Con De André c’è stata la scoperta dei deboli: è stato il primo a portarli in primo piano nelle canzoni. Dalla è stato la versatilità. Battisti ha abbattuto tutti gli schemi della canzone italiana».

“Prima” e “dopo” caratterizzano anche la coppia Ruggeri-Guaccero. «In effetti sì, perché rappresentiamo due generazioni. Io sono di quella che ha scoperto direttamente De André, Dalla e Battisti, lei di quella che li ha scoperti attraverso i genitori» dice ancora Ruggeri.

Bianca Guaccero, che vediamo anche in onda nel pomeriggio di Raidue, dal lunedì al venerdì, con “Detto fatto”, non si sente certo “sminuita” per non aver assistito “in diretta” all’esplosione dei tre grandi cantautori. «Questo progetto meraviglioso, del quale sono onorata di far parte, è un viaggio non solo di riscoperta, ma anche proprio di scoperta» racconta la conduttrice. «Mostreremo degli aspetti inediti di questi personaggi. E poi Enrico e io non racconteremo solo la storia di De André, Dalla e Battisti, faremo anche dei piccoli “omaggi” a questi grandi della musica italiana con una nostra esibizione».