“Viva Rai2!”: ecco come nasce lo show di Fiorello

Siamo andati a curiosare dietro le quinte. Che levataccia... ma ne valeva davvero la pena!

Fiorello  Credit: © Iwan Palombi
20 Novembre 2023 alle 08:01

Come nasce il “mattin show” più pazzo d’Italia? Per scoprirlo abbiamo tallonato Rosario Fiorello dalle 4.45 del mattino (quando inforca la Vespa e va a fare la prima diretta Instagram in un bar) fino alle 9 (quando finisce di salutare il pubblico che si è appena gustato una nuova puntata di “Viva Rai2!”). In mezzo, mentre l’alba colora le piscine del Foro Italico che fanno da sfondo al “Glass”, succede di tutto. Già alle 6 c’è una folla di curiosi; e mentre Calcutta (l’ospite di oggi) canta “Maracaibo” sull’erba, in un container Fiorello controlla i giornali con gli autori. Entra sua moglie Susanna ad annunciare che dalla Sicilia sono arrivate le mamme dei suoi amici d’infanzia e lui: «Ma allora devo andare a salutarle! Niente diretta oggi!».

Per fortuna ci ripensa... Alle 7 si comincia a scaldare il pubblico con un “antipasto”, le immagini girate all’alba nel bar. Vengono trasmesse anche su Rai2 e hanno ascolti in continuo aumento. Come anche la trasmissione vera e propria, che tocca punte di 1.700.000 spettatori con oltre il 20% di share. Comincia alle 7.15 ma prima Fiorello, incontenibile, si mette pure a spostare le transenne con il pubblico, per assicurarsi che una banda musicale possa sfilare di fronte al Glass. E alla fine della puntata si fa prestare gli strumenti e improvvisa un concertino di tromba. Non la suona neanche male...

Seguici