“Zecchino d’Oro”: la festa è solo rimandata. Ma nel 2021 sarà doppia!

La gara tra le canzoni per bambini slitta da dicembre a maggio. E si sta già pensando all’edizione successiva

24 Novembre 2020 alle 08:42

Non era mai successa una cosa del genere. «L’unico evento eccezionale nella storia dello Zecchino d’Oro è stato nel 1976 quando è andato in onda due volte in un anno perché si era deciso di spostare la messa in onda da marzo a novembre» ci spiega frate Giampaolo Cavalli, direttore dell’Antoniano. «Ma mai che non andasse in onda da quando è nato nel 1959».


Già, perché come abbiamo anticipato la scorsa settimana, quest’anno la gara tra le 14 canzoni per bambini (due in più del solito, con autori del calibro di Tricarico, Paolo Belli e Simone Cristicchi) non ci sarà. Tutto rimandato alla settimana dal 10 al 16 maggio 2021: «Andrà in onda sempre mercoledì, giovedì e venerdì pomeriggio con Mara Venier, che condurrà anche la serata finale con Carlo Conti» conferma Stefano Coletta, direttore di Raiuno, che ci anticipa che al suo posto, sabato 5 dicembre, in prima serata «ci sarà uno speciale dedicato ai Pooh con materiale inedito e non».

Sulle ragioni di questa decisione sono tutti d’accordo: a causa delle restrizioni dovute al Covid, sarebbe stato impossibile fare venire i piccoli solisti da tutta Italia: «Le prime a saperlo sono state le loro famiglie perché abbiamo dovuto annullare le prenotazioni degli alberghi» spiega frate Cavalli. «I bimbi hanno capito benissimo la situazione, ma i più tristi sono quelli del coro diretto da Sabrina Simoni. Per loro è l’evento più importante dell’anno, anche perché è legato alla campagna “Operazione Pane” che ci aiuta a sostenere 15 mense francescane (si può contribuire chiamando da rete fissa o inviando un sms al 45.588, fino al 19 dicembre). Per i bimbi è un impegno molto sentito e la loro maggior preoccupazione ora è non poter aiutare i poveri».

Ma c’è anche una bella notizia: a dicembre usciranno il cd, i videoclip e i cartoni animati. «Così a maggio, quando andrà in onda lo Zecchino, i bambini avranno avuto mesi per sentire, cantare e apprezzare le canzoni in gara. Sarà curioso vederlo a fine stagione, quasi a festeggiare la fine delle scuole e l’arrivo delle vacanze» commenta il direttore artistico Carlo Conti, che ci rassicura sul futuro: «Da marzo inizieremo a preparare in parallelo la prossima edizione, così nel 2021 la festa sarà doppia!».

Seguici