Home Tv“Rai3 per Enzo Biagi”: prima puntata con Roberto Benigni

“Rai3 per Enzo Biagi”: prima puntata con Roberto Benigni

Un omaggio in dodici puntate al grande giornalista attraverso le sue memorabili interviste

Foto: Enzo Biagi  - Credit: © Rai

05 Aprile 2020 | 10:57 di Lorenzo Di Palma

Tornano in tv, in un programma curato e condotto da Loris Mazzetti, da domenica 5 aprile alle 13 su Rai 3, le grandi interviste di Enzo Biagi che hanno fatto la storia del giornalismo. Il programma si dipanerà per dodici puntate che ci accompagneranno fino al 9 agosto, giorno in cui il grande giornalista avrebbe compiuto cento anni.

La prima puntata di Rai3 per Enzo Biagi: le grandi interviste è dedicata a Roberto Benigni. In tv tra il 1985 e il 2001 nasce la strana coppia formata da un giornalista e da un comico: Enzo Biagi e Roberto Benigni. I due, al di là della stima professionale, si sono voluti molto bene. Benigni è dirompente, rompe tutti gli schemi, e questo piace molto a Biagi che comincia a raccontarlo per la carta stampata dal suo debutto da protagonista in tv su Rai2 con Onda libera: è il 1976. Il primo incontro tra Biagi e Benigni di fronte alla telecamera avviene a Linea diretta nel 1985. Da quel momento la presenza di Roberto nei programmi di Enzo diventa una costante.

L’intervista è stata la cifra della televisione di Enzo Biagi. Quelle che vedremo rappresentano un ripasso della Storia del Novecento, quella che ci ha accompagnato verso il nuovo millennio: Gheddafi, Mitterand, Havel, Gorbaciov, Thatcher, Dalai Lama, Madre Teresa di Calcutta, Rita Levi Montalcini, Roberto Saviano, Tina Anselmi, Nilde Iotti, Susanna Agnelli, Lea Rabin, Giulietta Masina, Sophia Loren, Claudia Cardinale, Monica Vitti. E, ancora, gli amici dello spettacolo: Federico Fellini, Marcello Mastroianni, Luciano Pavarotti, Alberto Sordi, Ugo Tognazzi, Nino Manfredi, Mario Monicelli, Vittorio Gassman e Roberto Benigni.

I protagonisti degli anni del terrorismo: il generale dei Carabinieri Carlo Alberto Dalla Chiesa, Patrizio Peci, Delle Chiaie, Mambro, Faranda; del mondo della criminalità organizzata: i magistrati Giovanni Falcone, Ilda Boccassini, Rudolph Giuliani e Giancarlo Caselli, oltre a Tommaso Buscetta, Luciano Liggio, Salvatore Cutolo, Michele Sindona.

Infine, due puntate importanti nella storia professionale del grande giornalista: un’intervista a Papa Giovanni Paolo II, realizzata in occasione del suo ottantesimo compleanno, e una puntata dedicata al Caso Tortora: un uomo innocente che fu vittima di un clamoroso errore giudiziario che gli distrusse la carriera e la vita. La loro amicizia si consolidò dopo l’arresto di Enzo Tortora. Biagi seguì il caso fino alla fine, senza tralasciare un passaggio.