Alessandra Celentano: «Mi piace cambiare stile: ora amo le parrucche!»

Ogni sabato sera la prof di "Amici" stupisce pubblico e colleghi con i suoi look. E ci spiega perché

15 Aprile 2023 alle 08:36

L̕abbiamo vista così dalla prima puntata del Serale di “Amici”: Alessandra Celentano ha stupito tutti con capelli scalati, di un brillante color argento. E poi... il sabato successivo è arrivata allo show condotto da Maria De Filippi con un taglio cortissimo, mentre al terzo appuntamento ha sfoggiato un “bob” (si chiama così il taglio che sfiora le spalle) verde e mosso. Il segreto? La professoressa del talent di Canale 5 ha scelto di portare delle parrucche speciali, una diversa per ogni serata.

Come le è venuta l’idea?
«A me le parrucche sono sempre piaciute, ma la spiegazione è pratica: per questa edizione di “Amici” mi sarei dovuta tagliare i capelli, sono anni che li sto facendo crescere perché siano bianchi naturali. Avrei dovuto dedicare del tempo a questa “operazione” ma deve sapere che io non ho pazienza e non amo stare ore dal parrucchiere. Quindi ho pensato di optare per un posticcio, che fosse sempre lo stesso però. Mi sono piaciuta, ci ho preso gusto e ora ci sto giocando perché mi diverto».

Le piace cambiare stile?
«Molto! Anche in casa sono così: sposto spesso mobili, poltrone, letto, divano. Almeno cambiare look è meno impegnativo di spostare divani!».

Cosa ci aspetterà?
«Andremo avanti, vediamo cosa trovo. Ma non ho organizzato preventivamente tutta la stagione, continuo a cercarne di adatte a me, senza esagerare. Resto sempre su un taglio da signora».

La vedremo anche con colori folli?
«Davvero, non lo so ancora, dipende da quello che troverò».

Quanto tempo richiede la preparazione?
«Pochissimo, 10-15 minuti in totale. Niente attese infinite, non riesco a stare ferma a lungo a farmi truccare o pettinare, mi annoio. Io sono per le cose pratiche».

I suoi capelli sotto protestano?
«Sono abituata dal lavoro di ballerina: a teatro ho sempre tenuto uno chignon. Quindi ora è una passeggiata: divido i capelli in due, li fermo con mollette e via, si aggiunge la parrucca fermandola con delle clip».

Quando è nata la passione per le parrucche?
«Negli Anni 70 mia mamma e mia zia Claudia (Mori, moglie di Adriano Celentano, ndr) mettevano la parrucca invece che farsi fare una piega complicata dal parrucchiere! Mia zia ovviamente ne aveva di tutti i tipi mentre mia mamma le sceglieva del suo colore di capelli, più corte o lunghe, e le usava quando voleva cambiare look».

Lei le usava?
«Non molto, anche perché lavorando in teatro mi sfogavo già abbastanza lì. Poi fuori dal palco si sta più normali possibili».

Qual è stato il look più complicato?
«In un “Riccardo III” con le coreografie di Gheorghe Iancu ero una delle tre regine. Avevo i capelli legati, due corna enormi sopra la testa e un velo lunghissimo. Il tutto era pesantissimo. Ricordo che per paura che mi cascasse mettevo chili di forcine e mollette. Un incubo».

Abbiamo visto che anche Rudy Zerbi è coinvolto nei travestimenti, nelle sfide con gli altri professori...
«Ironizziamo molto insieme, non ci prendiamo sul serio e vediamo questi momenti, dallo scrivere la lettera a fare le prove, come puri giochi».

Chi dà il via?
«Siamo intercambiabili. Anche se lui, devo dire, si diverte molto a pensare il tutto. È un giocherellone».

Vedremo anche lui in parrucca?
«Non credo, ma con Rudy non si sa mai».

Seguici