Home TvReality e talentAlfonso Signorini: «Il mio “Grande Fratello Vip” sarà esplosivo!»

Alfonso Signorini: «Il mio “Grande Fratello Vip” sarà esplosivo!»

L’ex opinionista debutta come padrone di casa e ci anticipa: «I concorrenti hanno tutti personalità forti. Prevedo un’edizione difficile ma molto divertente»

Foto: Il direttore di “Chi“ Alfonso Signorini dopo tanti anni da opinionista debutta alla conduzione del GF Vip

08 Gennaio 2020 | 11:31 di Solange Savagnone

Come dice il conduttore: «La parte più difficile ormai è passata». Ora non ci resta che metterci comodi e goderci la quarta edizione del “Grande Fratello Vip” affidata ad Alfonso Signorini, che da opinionista è diventato padrone di casa: «Ho accettato di condurlo perché volevo divertirmi, costruirlo come dicevo io, e perché ormai conosco la macchina come le mie tasche».

• Il cast ufficiale del "Grande Fratello Vip 4": ecco chi sono i 23 concorrenti

Certo, ma ora ha responsabilità un po’ diverse.
«Vero, però sono convinto che fare l’opinionista sia molto più difficile, sempre se si vuole lasciare un segno e contribuire a un minimo di discussione…».

Paura, da uno a dieci?
«Nessuna. Più che altro avverto la fatica: ci vuole un fisico bestiale perché le pressioni sono tantissime. Ma il vero lavoro lo abbiamo fatto in questi mesi. È stata dura perché firmo anche come autore e ho scelto il cast insieme con gli autori storici Andrea Palazzo, Irene Ghergo e Fausto Enni. Volevamo personaggi davvero famosi, anche se qualcuno è meno conosciuto. Ma paura non ne ho, tanto meno della diretta, anche se a gennaio andremo in onda due sere a settimana».

Non la spaventano due dirette alla settimana? Allora è un incosciente!
«Per niente! (ride). Anche perché conosco i rischi a cui vado incontro. So che mi scontrerò con corazzate come Montalbano, Milly Carlucci e Carlo Conti. Però sono un entusiasta e credo che occorra lavorare con responsabilità e coscienza, oltre che divertendosi. Da parte mia cercherò di fare il mio meglio».

Che sarebbe?
«Regalare quattro ore di intrattenimento piacevole e mai volgare. Smorzando anche i miei toni perché ho un ruolo più istituzionale».

Che conduttore sarà?
«Sarò me stesso, con i miei entusiasmi e curiosità dell’animo umano. Non sarò un conduttore tradizionale e dirò anche la mia. Penso che questo darà un valore aggiunto al programma. Affronto questa avventura come una bella pagina della mia vita che non avrei mai immaginato di poter vivere».

Quando gliel’hanno proposto ha dovuto pensarci?
«Ho dato subito la disponibilità. Perché avrei dovuto dire di no? Sono abituato ad avere responsabilità».

Ho visto che si sta preparando anche fisicamente.
«Dormo circa quattro ore a notte e ho una vita frenetica. Mi sveglio all’alba, alle 8 mi alleno con un personal trainer. Alle 9 faccio colazione e leggo i giornali. Poi mi dedico ai tanti impegni lavorativi tra Milano e Roma. Ma non voglio rinunciare ai miei spazi, che sono allenarmi due ore al giorno (una anche la sera) e studiare pianoforte quattro ore alla settimana».

Torniamo al reality. Come si vestirà?
«Sono il primo uomo a condurre un reality! Indosserò giacche da smoking di velluto di tutti i colori ma mai pacchiane. Un pantalone scuro sotto, camicia bianca e cravatta nera».

Com’è andata la scelta degli opinionisti?
«Ho iniziato a cercare prima loro che i concorrenti. Volevo due persone che si cimentassero per la prima volta con questo genere di programma. Ho contattato un sacco di persone e mi hanno detto tutti di sì. Mi ha fatto tanto piacere, ma alcuni non li ho richiamati per avvertirli che non li avevamo scelti. Forse dovrei mandare un panettone o un bigliettino (ride)».

Direi che ormai l’avranno capito, visto che avete scelto Pupo e Wanda Nara.
«Ho sempre sognato di lavorare con Pupo da quando faceva l’inviato di “La fattoria”. Wanda invece l’ho notata a “Tiki Taka”. Mi sembrava che avesse un grande potenziale da esprimere ma che si trattenesse. Così in tempi non sospetti li ho invitati a cena e ho visto che insieme funzionavano benissimo».

Capitolo concorrenti. Come li avete selezionati?
«Volevamo un cast di famosi che non avessero già fatto questo tipo di programma. Hanno tutti forti personalità: prevedo una Casa divertente anche se molto difficile da gestire. Ci saranno ultraquarantenni agguerritissime e giovani donne con storie forti. Tra gli uomini abbiamo i seniores e tanti giovani bellocci».

E poi c’è il suo amico d’infanzia, Aristide Malnati.
«Mummy non è stato una mia idea, ma di Palazzo che è pazzo di lui. Per me è un fratello, un pezzo della mia vita, della mia famiglia».

Non la destabilizza averlo fra i concorrenti?
«Un po’ sì. È il mio punto debole. Sono abbastanza scoperto con lui. Non so cosa potrebbe capitare se dovesse ricordare suo papà, scomparso da poco».

Come provocherà gli inquilini?
«Dipende da quello che succederà. Io le armi le ho pronte. Sarà un GF Vip minato…»

Portafortuna ne ha?
«Ho sempre in tasca il rosario di mia mamma. Lo avrò con me anche in diretta».

Chissà cosa avrebbero detto i suoi genitori...
«Non ci crederà, ma ci pensavo proprio questa notte. Chissà cosa avrebbero detto».

La voce s’incrina. Fa una pausa. Non c’è una risposta e questo fa male. Ma di certo sarebbero orgogliosi di lui.