Home TvReality e talentAmici 15 serale inizia il 2 aprile: novità e dichiarazioni

Amici 15 serale inizia il 2 aprile: novità e dichiarazioni

Le informazioni di rilievo durante la conferenza stampa del talent di Canale 5

Foto: Kevin Spacey vince il SAG Awards  - Credit: © Getty Images

24 Marzo 2016 | 11:52 di Alessandro Alicandri

Nella conferenza stampa del 24 marzo, il serale di Amici svela finalmente le sue carte. Ecco tutte le novità di questa edizione, in partenza da sabato 2 aprile. Ecco, in sintesi, tutto quello che c'è da sapere sul talent di Canale 5 condotto da Maria De Filippi. Il programma dovrebbe contare un totale di 9 puntate, ma questo dato potrebbe subire delle modifiche. Ecco i contenuti.

Le squadre

Le squadre sono ufficiali: la squadra blu capitanata da Nek e J-Ax avrà come componenti Chiara Grispo, Sergio Sylvestre, Cristiano Cosa (canto). Per il ballo Michele Lanzeroti, Alessio (Ale) Gaudino e Patrizio Ratto. Per la squadra bianca capitanata da Elisa e Emma, invece, troviamo: Elodie Di Patrizi, Lele Esposito, La Rua (capitanati da Daniele Incicco) per il canto. Per il ballo invece Gabriele Esposito, Alessio La Padula e Emanuele Caruso. 

Il meccanismo

In ogni puntata, come sempre ci sarà una doppia manche e un'eliminazione finale. La novità di quest'anno è la Prova Performer, nella quale verrà chiesto ai cantanti di esibirsi come sul palco di un concerto, quindi è facile supporre con una struttura scenica fatta di ballerini che interagiscono con il cantante. Ci sarà sempre un vincitore per il ballo, uno per il canto e un vincitore assoluto.

Il primo "Quarto giudice"

Kevin Spacey sarà il quarto giudice ufficiale della prima puntata, in Italia per le vacanze pasquali. 

Morgan: le dichiarazioni

La partecipazione di Morgan sarà contettualmente libera, non facendo parte strettamente della giuria, potrà intervenire in ogni momento della trasmissione. Ha dichiarato: "Sono ancora un pesce fuor d'acqua qui, non sono mai stato a Mediaset. Prima carcavo Maria per graffiarla con le mie parole, per un dibattito dialettico. Io sono il giudice che ha vinto più edizioni di talent in tutto il mondo. Televisivamente non sono esperto ma musicalmente sì. Maria ha smentito che la musica non fa ascolti in tv. Ha portato un nuovo modo di fare musica in tv ed è brava. Mi piace che questo sia un luogo dove si studia, mi piace che sia una scuola. I ragazzi sono fortunati a lavorare così. A X Factor a telecamere spente, si andava tutti a casa casa. Non potevo fare altro con i ragazzi, il format me lo impediva. Nelle prime edizioni abbiamo avuto molta più libertà, poi è diventata una cosa incredibile".

Anna Oxa: le dichiarazioni

La novità in giuria è quella di Anna Oxa, già ospite del talent e oggi presenza fissa al fianco di Sabrina Ferilli e Loredana Bertè: "Non voglio pensare e costruire pensieri e condizioni ancor prima di essere lì, vorrei raccogliere in modo spontaneo quello che ascolto e vede in quel momento. La danza e il canto devono rappresentare il vissuto dei ragazzi. A loro consiglio di non pensare mai all'immagine o al giudizio. Dovete esprimervi. Già è un mondo disumano dove ci si scanna, almeno vorrei che le nuove generazioni cambiassero e si esprimessero con genuinità".

Loredana Bertè: le dichiarazioni

Molto interessanti, le parole di Loredana Bertè, membro della giuria: "Vorrei che i ragazzi fossero 'cattivi', carichi, che bucassero lo schermo. Non li voglio svogliati e pigri. Ho già individuato una ragazza che mi piace tanto e vorrei che in generale tutti cantassero meno in inglese e più in italiano. Dopo 40 anni di carriera ogni volta che salgo sul palco è come se cantassi per la prima e ultima volta. I ragazzi devono spettinare noi e chi sta a casa e dico basta a questo buonismo nel quale si spingono i mediocri".

Emma: le dichiarazioni

Emma, l'unica dei quattro direttori artistici nata in un talent, spiega il suo punto di vista su chi ottiene il successo partendo da un programma tv: "Le critiche verso quelli che escono dai talent c'erano, ci sono e ci saranno sempre. Negli anni però ci sono esempi come il mio che dimostrano che le cose me le sono guadagnate. Purtroppo nelle case discografiche non c'è più il reparto che si occupa della ricerca dei talenti. In quella ricerca non si trovano per forza nomi di scarsa qualità. In ogni caso poi la provenienza passa in secondo piano: conta il lavoro che fai, le copie che vendi, se riempi concerti".

Maria De Filippi: le dichiarazioni

Maria De Filippi parla del motivo per cui è rimasto in sospeso lo show con Renato Zero: "Quest'anno è stato troppo difficile lavorativamente da parte mia, per motivi familiari e personali. Avendo avuto un lutto a casa per la mia mamma a causa di una malattia importante, quando non lavoravo stavo a casa e non ho avuto tempo per lavorarci. Ma l'idea non è scemata, anzi".