Home TvReality e talentAmori, litigi e scherzi: che spettacolo “Amici”!

Amori, litigi e scherzi: che spettacolo “Amici”!

Lo show di Maria De Filippi si avvia verso la finale. E noi vi raccontiamo gli intrighi e le sorprese di un’edizione agguerrita

Foto: Maria De Filippi con Tish. “Amici” è il talent show più longevo della tv italiana

17 Maggio 2019 | 09:15 di Alessandro Alicandri

Sembrava una normale edizione di “Amici”: cantanti promettenti, ballerini con ottime linee nei passi di danza, gli occhi luminosi di 12 talenti alla ricerca del successo. Ma sono bastate poche puntate del Serale per capire che sarebbe stata una delle competizioni più agguerrite degli ultimi anni. Nella fase iniziale del sabato pomeriggio, le due squadre si chiamavano “Sparta” e “Atene”: forse Maria De Filippi aveva già chiaro fin dall’inizio che la battaglia, presto o tardi, si sarebbe fatta epica. Se volete vedere le ultime puntate del Serale e non avete seguito con attenzione il programma, tranquilli: qui c’è tutto quello che vi serve sapere.

La rivoluzione di Loredana

La prima scintilla si è accesa grazie al giudice più rock di sempre: Loredana Bertè. Tutto ha inizio dopo la seconda puntata con l’eliminazione della cantante Ludovica Caniglia: la Bertè non ci sta e dà il via alla rivoluzione. Forte della sua carriera musicale e di una preparazione decennale sulla danza, ha chiesto più volte di sovvertire le regole del gioco, piegando al suo volere la produzione.
In più, ha dato una seconda possibilità ai ragazzi per mettersi alla prova. E ha scelto la ballerina Valentina Vernia per danzare in un suo prossimo video.

Amori e discussioni

“Lontano dagli occhi, lontano dal cuore” cantava Sergio Endrigo. La divisione in squadre, Blu e Bianca del Serale ha spezzato lo spirito di gruppo e creato fazioni. Persino l’unica coppia amorosa ufficiale del Serale formata da Ludovica e Jefeo (inseriti in squadre diverse) ha avuto un momento di crisi. Per non confondere l’amore con il gioco, Jefeo ha candidato la sua ragazza all’eliminazione. Lei c’è rimasta male, ma dopo un chiarimento l’amore ha avuto la meglio. Non sembra invece avere futuro l’amicizia tra Giordana Angi e Tish, offese da commenti negativi reciproci nel “confessionale”. Non sono le uniche a litigare: abbiamo visto confronti accesi anche tra il tenore Alberto Urso e il “trapper” Mameli, in una battaglia di stile senza esclusione di colpi.

Non chiamateli ospiti

A differenza di molti programmi, dove l’ospite musicale “passa e va”, chiunque partecipi al Serale di “Amici” lascia il segno. Ornella Vanoni, invitata a duettare con i ragazzi, ha commentato il timbro vocale di Giordana Angi ricordandole che esiste già una voce simile alla sua, quella di Gianna Nannini. Laura Pausini è stata protagonista di momenti divertentissimi, tra i quali una toccatina al “lato b” del suo amico Ricky Martin. Renato Zero invece ha chiesto alla produzione di dare vita a una prova proibitiva: cantare la sua “Amico” davanti a lui senza l’aiuto dei professori nella preparazione. Arisa, infine, ha accettato di duettare nel disco d’esordio di Alberto: hanno inciso insieme la cover del celebre brano di Fred Buscaglione “Guarda che luna”.

Due comici scatenati

Come ogni poema epico che si rispetti, c’è bisogno del cantastorie. Ad “Amici” non ne hanno uno, ma due. A tarda sera fanno sempre capolino in studio Pio e Amedeo che non si limitano a farci sorridere affrontando temi di attualità, ma creano situazioni inaspettate. A partire dalle canzoni dedicate a Maria De Filippi, “ispirate” alle melodie più famose di Ricky Martin come: «Un, dos, tres... rendiamo tutti grazie a Maria!». È solo la punta dell’iceberg, perché al Serale i due hanno fatto di tutto: baciato sulle labbra Ricky Martin e Vittorio Grigolo (che hanno da poco abbandonato il programma per lasciare i ragazzi a gestirsi in autonomia), fatto ironia con Stash obbligandolo a diventare per loro un “uomo-sandwich”, fatto ballare John Travolta, punzecchiato la Bertè.

La semifinale sta per arrivare e il finale è ancora da scrivere. Chi vincerà? Non è facile prevederlo, ma di una cosa siamo certi: ci saranno ancora tantissimi colpi di scena.