Home TvReality e talentAnna Pettinelli e Stefano Macchi sono usciti da “Temptation Island Vip” più innamorati che mai

Anna Pettinelli e Stefano Macchi sono usciti da “Temptation Island Vip” più innamorati che mai

Vederli e sentirli parlare dell’esperienza al reality è davvero divertente. E sì che di lacrime (di commozione) ce ne hanno fatte versare durante il loro chiarimento davanti al falò

Foto: Anna Pettinelli e Stefano Macchi

17 Ottobre 2019 | 9:41 di Tiziana Lupi

Vedere e sentire Anna Pettinelli e Stefano Macchi parlare dell’esperienza a “Temptation Island Vip” è davvero divertente. E sì che di lacrime (di commozione) ce ne hanno fatte versare durante il loro chiarimento davanti al falò.

• Tutto su "Temptation Island Vip 2019": le coppie, i tentatori e i riassunti delle puntate

Ora, però, è tutto passato. O quasi. Perché se è vero che adesso si amano più di prima (ce lo confermano anche gli sguardi che si lanciano durante questa intervista), è altrettanto vero che Anna non ha ancora dimenticato il dolore di avere visto il suo compagno flirtare con la single Cecilia. E non perde occasione per ricordarglielo. «Lui dice di essere stato semplicemente distratto e vorrebbe l’assoluzione piena. Ma non l’avrà mai» assicura infatti lei, mentre lui, seduto sul lato opposto del divano nel salone della loro casa romana, la guarda con un’espressione a metà tra l’innamorato e il divertito.

L’assoluzione presuppone un peccato.
Anna: «Quello che è successo lo hanno visto tutti: lui aveva con Cecilia atteggiamenti affettuosi. Io non sono gelosa, non lo sono mai stata, ma noi stiamo insieme da sei anni e abbiamo un rapporto esclusivo. Non puoi stare con me e flirtare con lei. Quando prima che ci separassero gli ho detto: “Vai e divertiti” non intendevo certo quello».
Stefano: «Io non ho fatto niente di male, sono solo stato me stesso. Anna mi conosce, sa che sono una persona “fisica”, un istrione, un esibizionista nel senso migliore del termine. Ma non c’è stato alcun flirt. Quando la produzione mi ha chiamato per il falò anticipato ho pensato che fosse successo qualcosa a mia madre o a Carolina (la figlia di Anna, ndr). Quando ho scoperto il vero motivo, sono caduto dalle nuvole. Non avrei mai immaginato che lei stesse soffrendo per qualcosa che non esisteva».

Che cosa ha rappresentato Cecilia nella storia del vostro amore?
Anna: «Una che Stefano ha scelto nel mucchio perché gli piaceva. E lei si era sicuramente innamorata: piangeva come una vite tagliata quando lui è uscito. E questo succede solo se hai un rapporto speciale con una persona».
Stefano: «Cecilia è niente più di un’amica. Se fossimo a scuola sarebbe la compagna di banco simpatica con cui ti diverti a tirare le palline di carta».

Se oggi arrivasse una sua telefonata?
Stefano: «Le direi che, vista la situazione, sarebbe meglio non sentirsi per un po’. Sono talmente in buona fede che non perdo la speranza di far capire ad Anna come stanno realmente le cose».
Anna: «Perché dovrebbe sentirla? Non vedo palline di carta da tirare. Per lui al mondo devono esistere sette miliardi e mezzo di persone… meno una!».

Se fosse stata Anna a flirtare con un single, cosa sarebbe successo?
Anna: «Io sono diversa da lui, non avrei mai dato tanta confidenza a uno che quasi non conosco».
Stefano: «Penso anche io che non lo avrebbe fatto, lei è più capace di me a gestire i rapporti. Se però mi avesse infastidito qualcosa, avrei chiesto un chiarimento».

Durante il reality vi siete mai preoccupati di quello che avrebbero potuto pensare i parenti e gli amici?
Anna: «Mai. Però quando siamo tornati ho scoperto che molti si erano divisi su chi dei due avesse ragione. Un nostro amico ha litigato con la moglie ed è finito a dormire sul divano. È nata una chat per commentare quanto Stefano si stesse comportando male e mi hanno insultata perché me lo sono ripreso».
Stefano: «Mi sono preoccupato solo una volta per Carolina, ma lei ha capito come sono andate le cose e mi ha difeso con Anna».

Alla luce di quello che è successo, ripartireste per “Temptation Island Vip“?
Stefano: «Sì, è stata un’esperienza che ci ha rafforzato. E poi ci siamo divertiti!».
Anna: «Ci siamo divertiti? Ti sei divertito!».

Ecco il segreto dei rapporti longevi e felici

di Barbara Mosconi

Come fa una coppia a resistere nel tempo e a non cedere alle tentazioni? Lo abbiamo chiesto alla psicoterapeuta Maria Rita Parsi.

«Il tradimento è “tra-dire”, ossia “non dire direttamente”» spiega. «Quante cose le coppie non si dicono: “Vorrei questo”, “Non mi soddisfi”. Non parlano e non si ascoltano e affidano la loro protesta al tradimento. Resistere alla tentazione è un tema biblico: la cultura maschilista ci mostra Eva che cede alla tentazione del serpente, coinvolge Adamo e i due vengono cacciati dal Paradiso Terrestre. Se la coppia fosse stata unita avrebbe detto: “Dio, un serpente tenta la donna, aiutaci!”.

La fedeltà è la maturità di scegliere. Nel mio libro “Felici si può” Pericle dice che il segreto della felicità è la libertà e il segreto della libertà è il coraggio. Il coraggio ci fa fare delle scelte e ci fa assumere la responsabilità delle nostre scelte. La fedeltà è conoscenza: io ti conosco e ti accetto. In una coppia bisogna creare dei legami, parlare, conoscersi. E in questa conoscenza entrambi i componenti di una coppia sono liberi e responsabili».