Abbonati
05 Set 2018 | 16:38

Asia Argento non è più giudice di «X Factor 2018»

La conferma ufficiale della sua esclusione arriva durante la conferenza stampa di presentazione della nuova edizione


Dopo lo scandalo che ha coinvolto Asia Argento, per tutta l’estate è rimasto il dubbio sulla sua partecipazione a «X Factor» come nuovo giudice. La conferma ufficiale della sua esclusione arriva durante la conferenza stampa di presentazione della nuova edizione:

«Di comune accordo con Asia Argento, Sky e Fremantle Media Italia hanno deciso di interrompere la collaborazione dell’artista per tutelare i concorrenti rispetto a una vicenda che è estranea a loro e al programma e che distoglierebbe l’attenzione dal vero fulcro di X Factor, la musica e il talento.» La decisione è stata presa, continua a precisare Sky durante la conferenza stampa, per tutelare gli oltre 40.000 ragazzi che si sono presentati ai casting e i 12 che giorno dopo giorno si sono guadagnati l’accesso alla fase finale del programma.

Non è ancora stato annunciato il nome del nuovo giudice che comunque parteciperà soltanto per la parte Live del programma, con una squadra già fatta, dato che le puntate registrate con Asia Argento a partire da marzo non potranno essere modificate. La decisione (e la comunicazione) verrà presa entro settimana prossima, quando i ragazzi inizieranno a lavorare coi propri giudici. La prima apparizione televisiva sarà nel corso della settima puntata del Daytime.

A proposito di questo, Fedez ha dichiarato: «Io sono sicuro e spero che il quarto giudice sarà scelto sempre con lo scopo di tutelare i ragazzi e non per fare più spettacolo».

Questo invece il pensiero di Manuel Agnelli: «Sono addolorato perché sono amico di Asia e sono convinto che sia una persona facilmente attaccabile, fragile con molti scheletri nell’armadio. Il “New York Times” non può essere un tribunale. Se non c’è un’accusa, non c’è un tribunale, non c’è un processo, non c’è una condanna, non ci può essere una condanna pubblica così netta e mostruosa. Per me è stato uno schifo. Io sono addolorato anche come professionista perché Asia ha fatto molto bene, era una giudice molto forte e alla giuria faceva bene. Sarebbe stato interessante avere lei al tavolo perché dal punto di vista musicale mi avrebbe permesso di fare un discorso molto chiaro, molto naturale, perché aveva una direzione non molto lontana dalla mia». E poi continua: «Io sono convinto che Asia non sia colpevole, per la legge italiana non ha fatto niente di male. È una cosa che non avrei voluto dire qua, ma se me lo chiedete chiaramente rispondo così».

Mara Maionchi ha invece commentato: «Mi dispiace, perché mi era molto piaciuta, ma è un fatto molto personale».

L’edizione 2018 prenderà il via giovedì 6 settembre alle 21.15 su Sky Uno (canale 108), su digitale terrestre al canale 311 o 11, e il venerdì in chiaro su Tv8.

• Benji & Fede condurranno il daily di X Factor 2018

Asia Argento

Era stata la prima star italiana a dichiarare di aver subito violenza dal produttore Harvey Weinstein, coinvolto in vari scandali sessuali. Ma ora è stata Asia Argento a finire nella bufera. Secondo il «New York Times», avrebbe pagato 380mila dollari all’attore Jimmy Bennett per insabbiare un abuso. Il ragazzo accusa l’attrice di averlo molestato quando lui aveva 17 anni. Lei ha negato, dicendo che la cifra è stata sborsata dall’ex compagno Anthony Bourdain (scomparso lo scorso 8 giugno) per evitare intrusioni nella loro privacy. Ma il sito americano «Tmz» ha pubblicato foto e sms che confermerebbero le accuse (ancora tutte da provare).

La reazione di Sky

Sky Italia e Fremantle Media Italia avevano dichiarato di aver letto «con attenzione e stupore quanto pubblicato dal “New York Times” su Asia Argento. Va ribadito che Sky Italia e FremantleMedia non hanno scelto Asia Argento come giudice di X Factor Italia per il suo impegno nella campagna #Metoo né per le sue posizioni personali, bensì – come è sempre avvenuto per i giudici di X Factor Italia – per le sue competenze musicali e le sue capacità di gestire un ruolo televisivo in un programma di questo tipo. Competenze e capacità ampiamente confermate durante le puntate di audizioni, registrate nelle scorse settimane, come possono confermare le migliaia di persone che vi hanno assistito tra il pubblico».

Le novità e gli ospiti

È un ritorno più che una novità, ma quest’anno i Bootcamp sono stati registrati di nuovo al Forum di Assago, mentre nell’ultima fase i ragazzi sono stati portati in giro. Nel corso degli Home Visit hanno avuto la possibilità di sperimentare i residential studios, studi musicali che in Italia e in Europa ospitano gli artisti per settimane, mesi. Manuel Agnelli è andato in Belgio, Mara Maionchi in Francia, Asia Argento in Norvegia, mentre Fedez è rimasto in Italia.

Nuovo anche il direttore artistico: è Simone Ferrari, 30 annni, il più giovane regista al mondo di una cerimonia olimpica. Al suo fianco: Aaron Sillis, coreografo inglese che ha collaborato con FKA Twigs e Paul McCartney; Nicolò Cerion, stylist di Jovanotti e Laura Pausini, tra gli altri.

Davvero poco è stato comunicato della fase finale, ma per la prima puntata dei Live sono previsti come ospiti i Maneskin che l’anno scorso non sono riusciti a vincere contro Lorenzo Licitra, ma hanno avuto un successo inarrestabile.

Le date

Audizioni: 6-13-20-27 settembre su Sky Uno, sul digitale terreste al canale 311 0 11 e il venerdì in chiaro su Tv8

Bootcamp: 4 e 11 ottobre su Sky Uno, sul digitale terreste al canale 311 0 11 e il venerdì in chiaro su Tv8

Home Visit: 18 ottobre su Sky Uno, sul digitale terreste al canale 311 0 11 e il venerdì in chiaro su Tv8

Live: in diretta dal 25 ottobre in esclusiva su Sky Uno

Outbrain
Leggi l'articolo completo su sorrisi.com

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la Cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.