Home TvReality e talentAmici 15: Sergio Sylvestre e le ragioni della vittoria

Amici 15: Sergio Sylvestre e le ragioni della vittoria

Analisi di una vittoria attesa ma non annunciata (contro Elodie Di Patrizi)

26 Maggio 2016 | 03:47 di Alessandro Alicandri

Partiamo dicendo che Elodie Di Patrizi e Sergio Sylvestre si configurano come due potenziali vincitori allo stesso livello. La proclamazione finale di Sergio in questa edizione numero 15 di Amici però non ci sorprende perché il ragazzo di origini americane è riuscito a conquistare il pubblico non solo con la sua voce e con il suo gusto musicale, ma anche con il suo eccezionale personaggio.

Dolcissimo e insicuro, tenace ma con grandi fragilità, ci ha fatto divertire e emozionare. Un personaggio non solo grande e grosso fisicamente, ma "grandioso" nella sua interezza, sopra e sotto il palco. Amici quest'anno l'ha vinto un personaggio fuori dal comune per i vincitori "standard" da talent show: non è un modello, è alto più della norma ma è tenero come un peluche. 

Questa vittoria è un segnale importante, perché spiega che il pubblico di "Amici" è un pubblico attento, che segue con attenzione i suoi protagonisti e porta alla vittoria sempre chi lo merita, anche se è fuori dai canoni di ciò che è universalmente riconosciuto come "spendibile" nel mercato. Il pubblico di questo talent show ha dimostrato di essere critico verso chi punta solo sulla bellezza e ai canoni estetici nella musica. Sergio, per emergere in un mondo che spesso gira al contrario, ha dato tutto se stesso.