Home TvReality e talentIl più grande pasticcere, la finale

Il più grande pasticcere, la finale

Il 27enne Sebastiano si porta a casa l'ambito titolo: è lui a conquistare il primo posto al cooking show "più dolce" di Rai 2

Foto: Sebastiano è "Il più grande pasticcere"  - Credit: © Pagina Facebook Ufficiale

02 Dicembre 2015 | 00:07 di Caterina Maconi

E' il 27enne capopasticcere Sebastiano Caridi a vincere il titolo di "Il più grande pasticcere". E' riuscito nell'ultima prova a convincere tutti i giudici con la sua torta "Rivelazione", aggiudicandosi il primo posto in questa seconda edizione del cooking show di Rai Due.

In gara per la finale erano rimasti in tre: oltre a Sebastiano anche Debora e Lorenzo. Dopo una serie di sfide sempre più complesse, giudicate dai maestri Luigi Biasetto, Leonardo Di Carlo, Roberto Rinaldini, la finalissima si è giocata tra Sebastiano e Lorenzo, che durante il programma sono anche diventati molto amici. Una sfida vissuta e sportiva, la loro. Ma solo Sebastiano è riuscito a coronare il suo sogno.

Ripercorriamo insieme la puntata.
La prima prova consiste nella realizzare una torta nuziale, dolce che racconta lo stile di un pasticcere: “come un abito sartoriale di alta moda che va pensato su misura per il cliente”, dicono i giudici. Il migliore dei concorrenti accede al gran finale diretto. Tra rose in pasta di zucchero, cigni in zucchero soffiato, la difficoltà è alta. Ne escono torte decorate, colorate, con crema pasticcera, vaniglia, mandorle. Chi più ne ha, più ne metta! I pasticceri si prodigano e si cimentano per superarsi e sorprendere. Debora è sotto pressione e sbaglia alcune delle cose in cui era più sicura. Non riesce a colpire i giudici con le sue creme. 

Il pasticcere che accede direttamente allo scontro finale per cercare di conquistarsi il titolo è Lorenzo: la sua torta conquista tutti i giudici, che decidono di premiarlo.

Per Sebastiano e Debora ci sono ancora due prove importanti per porter arrivare in finale. La prima è un'esterna con il maestro Igino Massari. Su il sipario! I pasticceri realizzano dolci che vanno direttamente sul set della fiction di Don Matteo: un dolce a prova di riflettori. Tema: torta di compleanno per Nino Frassica, che interpreta il maresciallo Cecchini. Debora e Sebastiano si sfidano ai fornelli e confezionano due bellissimi (e buonissimi) dolci.

Al termine della prova, cast, troupe e gruppo di lavoro sono invitati a degustare e a dare la propria preferenza. Ma la decisione finale spetta come sempre a Massari che però non indica un eliminato o un peggiore ma solo un vantaggio che potrà essere confermato o meno nella prova successiva: il panettone. Il nome che fa è quello di Sebastiano, che ha avuto la tenuta di nervi migliore.

Il panettone è dolce complicato: bisogna conoscere l'impasto che si sta utilizzando e Massari ha omaggiato i concorrenti con una sorpresa. Ha realizzato la ricetta base dell'impasto con il suo lievito madre che custodisce da anni, fatto da lui, re indiscusso del dolce natalizio per antonomasia. Lorenzo e Debora lo realizzano insieme alle decorazioni per abbellirlo. Ad avere la meglio dopo una lunga sfida è Sebastiano con il suo “Dolce fiamma”. In finale ci sono quindi Lorenzo e Sebastiano.

L'ultima sfida prevede di realizzare un dolce che sia il “marchio di fabbrica” che parli dei concorrenti e della loro concezione di pasticceria. I giudici poi lo assaggiano, una volta concluso, al buio senza sapere chi lo abbia preparato. Frutto della passione ingrediente principe per Lorenzo e pistacchio e arancia, gli ingredienti del Sud, per Sebastiano. I dolci sono meravigliosi e riescono ad avere pareri favorevoli dai giudici. Ma è Sebastiano il più grande pasticcere di questa seconda edizione del programma!