Home TvReality e talentInsinna e Guetta nel talent show benefico «Prodigi»

Insinna e Guetta nel talent show benefico «Prodigi»

Per il terzo anno consecutivo su Raiuno va in onda il talent show per giovani fenomeni della danza, del canto e degli strumenti musicali realizzato assieme all’Unicef con l’obiettivo di fare anche solidarietà

Foto: Nathalie Guetta e Flavio Insinna

22 Novembre 2018 | 11:21 di Matteo Valsecchi

La musica tante volte corre in soccorso di chi ha bisogno di una mano. Così per il terzo anno consecutivo su Raiuno va in onda «Prodigi – La musica è vita», il talent show per giovani fenomeni della danza, del canto e degli strumenti musicali realizzato assieme all’Unicef con l’obiettivo di fare anche solidarietà. A condurlo ci sarà ancora Flavio Insinna che sarà affiancato da Nathalie Guetta e dal piccolo Daniele Muzio, vincitore dell’edizione 2017.


UNA SUPER GIURIA

L’appuntamento è per venerdì 30 novembre quando 9 ragazzi tra gli 11 e i 16 anni si esibiranno nella loro specialità davanti alla giuria. A guidarla ci sarà un presidente d’eccezione: Pippo Baudo.

Accanto a lui vedremo Serena Autieri per il canto, il maestro e ambasciatore dell’Unicef Peppe Vessicchio per la musica strumentale e il coreografo Daniel Ezralow per il ballo.

Saranno loro a individuare i finalisti per ciascuna categoria. Invece il vincitore, che otterrà una borsa di studio, verrà decretato da una giuria tecnica di cento esperti. Naturalmente ci sarà spazio per l’intrattenimento, con la presenza di ospiti come Nino Frassica, Geppi Cucciari, Raimondo Todaro e la cantante Nelida Karr.

Ma soprattutto Prodigi sarà un’occasione per aiutare chi soffre. Innanzitutto portando l’attenzione su alcune iniziative speciali come l’apertura di una scuola di canto, recitazione e arte nella Guinea Equatoriale, o la visita dello stesso Insinna e del rapper Lucariello all’Istituto Penale per Minorenni di Airola (Benevento).

Ci sarà la possibilità di fare donazioni all’Unicef da casa: 2 euro con l’invio di un sms al numero 45525 oppure da 5 a 10 euro con una telefonata da rete fissa.