Home TvReality e talentLe Collegiali: «Così abbiamo vinto “Pechino express”»

Le Collegiali: «Così abbiamo vinto “Pechino express”»

Nicole Rossi e Jennifer Poni sono le vincitrici più giovani della storia del talent di Raidue

Foto: Nicole Rossi e Jennifer Poni, le “Collegiali”, sono le vincitrici più giovani della storia di “Pechino Express”

22 Aprile 2020 | 9:00 di Giulio Pasqui

Nicole Rossi e Jennifer Poni, le “Collegiali”, sono le vincitrici più giovani della storia di “Pechino Express”. «Questa è la rivincita della Generazione Z» raccontano a Sorrisi le due amiche, che sui titoli di coda del reality di Raidue prodotto da Banijay Italia hanno lanciato un coro al grido di: «New generation!». «Con questa vittoria abbiamo dimostrato che noi adolescenti non siamo così superficiali come ci descrivono».

Perché avete vinto proprio voi?
Nicole: «Siamo state delle vincitrici un po’ a sorpresa, ma ci siamo sudate tutto. Per vincere questo programma contano la strategia, la velocità, la scaltrezza, ma c’è una dose molto importante di... fortuna».
Jennifer: «Forse il nostro segreto è stato partire senza puntare alla vittoria. Ogni tappa è stata una nuova sfida».

Anche voi, come i vincitori passati, non conoscevate l’esito dello show e avete scoperto di aver vinto assieme al pubblico. Come avete festeggiato?
Jennifer: «Mi sono messa a gridare sul terrazzo del mio condominio. Un vicino mi ha guardato male, forse perché non aveva seguito il programma, mentre gli altri sono usciti sul terrazzo a festeggiare con me».
Nicole: «La soddisfazione più grande è stata vedere mio padre urlare come un pazzo. Non l’ho mai visto così felice, neppure quando la Roma segna contro la Lazio durante il derby della Capitale, e lui è un romanista doc».

Questo viaggio, lungo 7 mila chilometri, vi ha aiutato a superare dei limiti?
Nicole: «Sono partita con gli attacchi di panico e l’ansia. Quando mi hanno comunicato che avrei fatto parte del cast la paura è arrivata prima della felicità. Eppure, appena ho messo piede in Thailandia tutto è sparito dalla mia testa. È stato come entrare in una lavatrice per il cervello e per l’anima. Ne sono uscita più pulita».

Avete mai avuto paura?
Jennifer: «Senza dubbio, la prima notte. Ci siamo ritrovate da sole, giovanissime, costrette a dormire in una scuola abbandonata. Lì abbiamo capito che avremmo dovuto sostenerci l’una con l’altra».

Costantino della Gherardesca vi ha esortato a riprendere gli studi, sconsigliandovi di lavorare nello showbiz. Cosa c’è nel vostro futuro?
Jennifer: «Ha paura che gli rubiamo il trono (ride). Io spero di riuscire a far coincidere lo studio, dato che devo ancora finire le superiori, con eventuali progetti nel mondo dello spettacolo».
Nicole: «La penso come Jennifer. L’importante è mantenere un equilibrio. Non vogliamo che la popolarità ci dia alla testa».