Home TvReality e talentL’Isola dei famosi: Simone Barbato ed Elena Morali, i naufraghi nascosti

05 Febbraio 2018 | 11:47

L’Isola dei famosi: Simone Barbato ed Elena Morali, i naufraghi nascosti

Abbiamo parlato con i Tarzan e Jane dell’Honduras che per una settimana vivranno nascosti

 di Solange Savagnone

L’Isola dei famosi: Simone Barbato ed Elena Morali, i naufraghi nascosti

Abbiamo parlato con i Tarzan e Jane dell’Honduras che per una settimana vivranno nascosti

Foto: Simone Babrato ed Elena Morali

05 Febbraio 2018 | 11:47 di Solange Savagnone

Simone barbato in cerca d’amore

Simone pensava di arrivare da solo in Honduras. Invece, a sorpresa, gli hanno affiancato Elena, già ribattezzata «Jane», e lui, di conseguenza, «Tarzan». Difficile però che tra loro possa nascere qualcosa: la showgirl di «Colorado» è già fidanzata con un collega.

Data di nascita, altezza e peso.
«Sono nato a Ovada, in provincia di Alessandria, il 19 marzo 1980. Sono alto 1,58 e peso 58 chili».

Per cosa è famoso?
«Ho partecipato a “Zelig” portando il personaggio del mimo e per quattro anni ho fatto parte del Minimondo di “Avanti un altro!” (condotto da Paolo Bonolis, ndr)».

Qual è la sua attuale situazione sentimentale?
«Sono single».

Con chi vive e dove?
«In un casale coi miei genitori, nella campagna di Ovada».

Perché ha deciso di partire per l’Honduras?
«Realizzo un mio grande sogno: andare a vivere su un’isola sperduta».

Cosa la spaventa di questa avventura?
«L’ignoto».

Chi o che cosa le mancherà maggiormente?
«La salsiccia cruda».

Cosa le faranno portare sull’Isola?
«Lo stretto necessario, solo pochi vestiti e tre oggetti personali. Sicuramente proverò a portare maschera e boccaglio, ma non so se potrò usarli».

Come farà a superare i momenti di sconforto?
«Penserò alle parole di mia nonna Maria, che mi diceva: “Fai come ti dice nonna e non ti troverai mai male”. La sua chiave era affrontare tutto con ironia».

Quando entrerà nel gruppo ufficiale, quali pregi e difetti del suo carattere pensa che influenzeranno il rapporto con gli altri naufraghi?
«L’allegria, che può essere un pregio, ma che per qualcuno potrebbe essere anche un difetto».

Quale talento la aiuterà a sopravvivere in questi  tre mesi?
«Lo spirito di adattamento e la capacità di essere camaleontico, qualità che in fondo è proprio quella del mimo».

Con chi tra i naufraghi già «naufragati» pensa di andare d’accordo?
«A pelle direi con Amaurys Perez».

Con chi invece ha già capito che non legherà?
«Non do mai giudizi prima di conoscere qualcuno, non sono prevenuto».

Cosa spera di trovare sull’Isola?
«L’amore e qualche uovo di tucano da provare a far schiudere in Italia!».

Una volta tornato a casa cosa la aspetta?
«La mia famiglia e i miei animali».

Elena morali e la vita senza social

Aveva provato anche l’anno scorso a entrare, senza riuscirci. Quest’anno è stata presa, ma prima di entrare nel cast ufficiale, lei e Simone dovranno vivere nascosti per una settimana rubando tutto quello che serve per sopravvivere agli altri naufraghi, che nulla sanno del loro arrivo.

Data di nascita, altezza e peso.
«Sono nata il 28 gennaio 1991, sono alta 1,73 e peso 47 chili».

Per cosa è famosa?
«Ho partecipato al programma “La pupa e il secchione”. Oggi sono nel cast fisso di “Colorado”, nel ruolo di comica insieme con Gianluca Fubelli, Scintilla».

Situazione sentimentale?
«Sono fidanzata con Scintilla!».

Con chi vive e dove?
«A Milano con Gianluca».

Perché ha deciso di partire per l’Honduras?
«Per dimostrare che sono cresciuta e maturata. Amo sfidare i miei limiti e farlo davanti a tutta Italia mi darà una grinta pazzesca».

Cosa la spaventa di questa avventura?
«Temo l’astinenza dai social. Non scherzo. Il cellulare è diventato uno strumento essenziale per la vita di tutti noi. Il solo pensiero di non poter controllare le notifiche ogni dieci minuti mi manda in ansia».

Cosa le mancherà maggiormente?
«La famiglia, il fidanzato, gli amici e i gatti. Spero che Francesca Cipriani mi faccia le fusa! (ride)».

Cosa le faranno portare sull’Isola?
«Oltre al kit di base porterò una coperta, dei parei colorati e una spazzola».

Come farà a superare i momenti di sconforto?
«Penserò a chi mi guarda da casa, ai miei affetti e ai miei follower. Non voglio che si preoccupino, sarò forte per loro».

Quando entrerà nel gruppo ufficiale, quali pregi e difetti del suo carattere pensa che influenzeranno il rapporto con gli altri naufraghi?
«Mi sembra un gruppo già abbastanza “frizzante”. Non sono una che le cose le manda a dire, ma so anche aiutare senza rancore chi ha bisogno».

Quale talento la aiuterà a sopravvivere in questi tre mesi?
«Lo spirito di adattamento».

Con chi tra i naufraghi già «naufragati» pensa di andare d’accordo?
«Sicuramente con Francesca, Giucas Casella e Amaurys Perez».

Con chi invece ha già capito che non legherà?
«Mi sembra che Nadia Rinaldi non faccia molto per conoscere le altre persone».

Cosa spera di trovare sull’Isola?
«La parte di me più nascosta e tanti cocchi».

Una volta tornata a casa cosa la aspetta?
«Un viaggio con il mio fidanzato».