Home TvReality e talentMonte Bianco, la terza puntata

Monte Bianco, la terza puntata

Il campione del mondo Stefano Maniscalco perde il Duello Verticale contro Gianluca Zambrotta e lascia il programma. Le quattro Cordate rimaste accedono alla Semifinale

Foto: La Cordata Gialla lascia Monte Bianco  - Credit: © Pagina Facebook Ufficiale

23 Novembre 2015 | 23:33 di Caterina Maconi

E' la Cordata Gialla composta da Stefano Maniscalco e dalla guida alpina Anna Torretta la terza eliminata di Monte Bianco - Sfida Verticale, l'adventure game condotto su Rai2 da Caterina Balivo e da Simone Moro, l'alpinista che ha raggiunto la cima dell'Everest per ben quattro volte.

I Gialli hanno affrontato tutte le sfide con grande valore e spirito di competizione, quella propria di Stefano, karateka campione del mondo. Ma non hanno avuto la meglio nell'ultima sfida, il Duello Verticale, contro i Rossi di Gianluca Zambrotta.

Ma ripercorriamo la puntata.

La Prova Vertigine di oggi prevede che gli alpinisti rimasti affrontino una "zipline" molto particolare. Il cavo metallico che percorrono conduce da un punto all'altro dell'orrido più alto d'Europa, e li fa “volare” a 200 metri circa dal suolo. Si tratta della zipline più alta e lunga d'Europa, una carrucola di 130 metri di lunghezza. I concorrenti devono raggiungere la sponda opposta, scegliere tra alcuni sacchetti quello che giudicano essere il più pesante e tornare indietro con un'altra zipline. Il migliore vince un premio, che oggi è una tenda a quattro posti dove dormire nel campo base, il peggiore come sempre deve assolvere una penalità.

Vince la Cordata Nera di Filippo Facci: per lui e la sua guida alpina ci sono una giornata alle terme, una tenda a quattro posti e la Gavetta, la penalità, da consegnare a un'altra Cordata per svantaggiarla nella prova successiva.
La Cordata Viola di Dayane Mello e Stefano De Giorgis è la peggiore: devono portare al pascolo le capre del pastore Alessio e pulire la stalla degli animali.

La Prova Classifica di oggi porta i concorrenti in alta quota: dai 1800 metri del campo base ai 3300 del Rifugio Torino e poi ancora più in su. Colpo di scena! Filippo Facci si tiene la Gavetta: dovrà trovare i ramponi del colore della sua Cordata, che sono nascosti sotto la neve, a mani nude e senza pala, come invece fanno gli altri. Chi li trova se li mette e parte per una cordata che attraversa i crepacci. Oggi i ragazzi di Monte Bianco sono per la prima volta sualla neve!

Il Gruppo fa un patto prima di iniziare: partire assieme aspettandosi finché tutti non trovano i ramponi. Ma Dayane cambia idea: i Rossi scavando le trovano i ramponi e glieli consegnano per gentilezza, lei li mette e parte subito senza aspettare nessuno, arrivando quindi prima al traguardo. Ma la Prova non finisce qui, prosegue: i protagonisti devono calarsi per 15 metri in un crepaccio profondo 80, recuperare un martelletto, risalire il crepaccio e suonare una campanella con il martelletto. Le difficoltà e la fatica sono moltissime.

Sommati i tempi della cordata sul ghiacciaio e quelli del crepaccio, la classifica vede per primi i Viola e per ultimi i Rossi (Gianluca Zambrotta con Giovanna Mongilardi) che vanno in Duello Verticale con i Gialli (Stefano Maniscalco con Anna Torretta). È Dayane a scegliere che saranno i Gialli ad affrontare i Rossi, avendo vinto la prova spetta a lei decidere: ha messo in sfida i più forti, in modo da essere avvantaggiata per le puntate future. Un'operazione che i suoi compagni giudicano “cinica”, Dayane si attira su di sè i malumori del Gruppo.

Al Duello Verticale c'è la guglia rocciosa de La Vierge: per raggiungerla bisogna fare un tratto di ghiacciaio prima in discesa e poi in salita. La montagna è scenografica e spettacolare e gli sfidanti la devono arrivare fino alla vetta nel minor tempo possibile.

La sfida è durissima, in gara ci sono due campioni agonistici che non si fermano nemmeno un secondo per parlare con il Bivacco Operativo dove Caterina e Simone li stanno controllando. Ghiacciai, scalate, fatica, pareti a strapiombo vertiginose, entrambi arrivano velocemente alla vetta, con una distanza di soli sette minuti l'uno dall'altro. A vincere è Gianluca Zambrotta. “Sono contento di aver perso contro un campione come Gianluca che ammiravo fin da piccolo”, il commento di Simone.

La sifda prosegue ma gli umori nel Gruppo sono cambiati, dopo il comportamento di Dayane: il tempo dei sorrisi e delle pacche sulle spalle non sembra più dietro l'angolo. Ora la competizione è aumentata!

L'appuntamento è su Rai2 per la Semifinale di lunedì 30 novembre dove vedremo sfidarsi Filippo Facci con Andrea Perrod (Cordata Nera); Dayane Mello con Stefano De Giorgis (Cordata Viola); Jane Alexander con Roberto Rossi (Cordata Arancione) e Gianluca Zambrotta con Giovanna Mongilardi (Cordata Rossa).

Chi approderà in Finale?