Home TvReality e talent«Pechino Express 2018» anticipazioni e novità della settima edizione

«Pechino Express 2018» anticipazioni e novità della settima edizione

Un nuovo meccanismo di eliminazione e la «Simbiosi» sono solo due delle novità delle prossime puntate (in onda dal 20 settembre) con Costantino della Gherardesca alla conduzione

Foto: Costantino della Gherardesca conduce la settima edizione di «Pechino Express»

19 Settembre 2018 | 11:51 di Manuela Puglisi

Va in onda a partire da giovedì 20 settembre la settima edizione di Pechino Express. Alla guida, ancora una volta, c'è Costantino della Gherardesca. L'appuntamento è alle 21.10 su Rai2 e le coppie di concorrenti viaggeranno questa volta in Africa, attraversandola da Nord a Sud, dal Marocco fino al Sudafrica, passando per il deserto del Sahara, l'altipiano dell'Atlante, la Tanzania e le spiegge di Zanzibar.

L'intervista a Costantino della Gherardesca

Le coppie

Le otto le coppie in gara che si affronteranno sono: Le Coliche (Fabrizio e Claudio Colica); Le Mannequin (Linda Morselli e Rachele Fogar); I Mattutini (Adriana Volpe e Marcello Cirillo); I Poeti (Mirko Frezza e Tommy Kuti); I Promessi Sposi (Roberta Giarrusso e Riccardo Di Pasquale); I Ridanciani (Tommaso Zorzi e Paola Caruso); Le Signore della Tv (Patrizia Rossetti, Maria Teresa Ruta); I Surfisti (Andrea Montovoli e Francisco Porcella).

Un cast variopinto, come ogni anno, che subirà in questa settima edizione nuove dinamiche e tirerà fuori il meglio e il peggio di sè. «Maria Teresa Ruta è una persona di grande spiritualità, scoprirete dei lati di questi personaggi che non sono mai venuti fuori in televisione» ha raccontato in conferenza stampa Costantino «C'è una folle ragazza squilibrata che ha fatto anche “L'isola dei famosi” e vari programmi con Bonolis, si chiama Paola Caruso, che viaggia insieme a Tommaso Zorzi di “Riccanza”. Potete immaginare questo ragazzo abituato al lusso, agli aerei privati, adesso dovrà viaggaire con un euro al giorno e chiedere alle tribù di ospitarlo per la sera». Preparatevi a scoprire, la vera natura di Adriana Volpe «Una donna sorridente, buona in televisione. La regola d'oro della televisione è che più si fa i buoni in video, più nella vita si è delle iene. La vedremo in tutta la sua cattiveria».

Nuove dinamiche di gioco

Cambia il sistema di eliminazione, da quest'anno saranno le ultime tre coppie a rischiare. La coppia vincitrice, oltre a decidere chi viaggerà in “simbiosi” nell'episodio successivo, potrà salvarne una. Sarà poi il gruppo a decidere, con le nuove palette, l'eliminazione di una delle due coppie ancora a rischio. Un'altra novità sono le finali che dovranno affrontare passando da un paese all'altro. Una sfida che una delle coppie non riuscirà a superare, trovandosi costretta a interrompere il viaggio.

Per raccontare ancora meglio la vita di gruppo entra in gioco il sistema della «Simbiosi»: la coppia vincitrice deciderà di far viaggiare insieme due coppie che possono decidere se affrontare la tappa insieme o separate. Avranno a disposizione un telefono analogico tramite il quale potranno comunicare solo tra di loro e diventeranno a tutti gli effetti una squadra. Dovranno arrivare al traguardo insieme e aspettarsi, varrà la posizione dell'ultima arrivata.

Negli zaini quest'anno sono state inserite delle piccole telecamere che i concorrenti utilizzeranno per raccontarci il loro viaggio e i mondi che attraverseranno più da vicino. Quando le coppie rimangono da sole, quando si fa tardi e parlano tra loro, cosa succede?

L'itinerario

Sono più di 15 mila i chilometri che il cast e la troupe cosmopolita hanno percorso, il più lungo tragitto mai realizzato al mondo in un'edizione di «Pechino Express». Si parte dalla medina di Tangeri, per poi spostarsi a Chefchaouen, Fez, il deserto del Sahara, Ouarzazate, Marrakech fino a Casablanca. I concorrenti si sposteranno poi nell'incontaminata Tanzania per chiudere il viaggio nella Repubblica Sudafricana. «Dalla cima dell'Africa, Tangeri, fino all'estremo sud: più di 15mila chilometri: attraverseremo luoghi musulmani, antichi villaggi nelle montagne dell'Atlante, il deserto del Sahara, la savana della Tanzania, il Sudafrica» ha spiegato Costantino della Gherardesca «Vedremo cose veramente spettacolari, estremamente emozionanti».

Tappa 1 (Marocco): Tangeri/Azrou/Midelt (549 km)
Tappa 2 (Marocco): Midelt/Merzouga/Skoura (491 km)
Tappa 3 (Marocco): Ouarzaza/Marrakech/Oualidia (394 km)
Tappa 4 (Marocco): Oualidia/Casablanca (220 km)
Tanzania - Moshi/Sanya Juu/Masai Village (48 km)
Tappa 5 (Tanzania): Fuka/Mto Wa Mbu/Babati (307 km)
Tappa 6 (Tanzania): Babati/Katesh/Dodoma (278 km)
Tappa 7 (Tanzania): Dodoma/Morogoro/Dar Es Salaam (515 km)
Tappa 8 (Tanzania): Zanzibar (266 km)
Tappa 9 (Sudafrica): Tsitsikamma/Oudtdhoorm/Capo Agulhas (623 km)
Tappa 10 (Sudafrica): Paarl/Noble Square/Atlantis Dune/Cape Town (171 km)