Home TvReality e talentSimona Izzo: «Il Grande Fratello mi regala un pieno di emozioni»

Simona Izzo: «Il Grande Fratello mi regala un pieno di emozioni»

L'attrice, regista, sceneggiatrice e autrice ci racconta con entusiasmo la sua esperienza come opinionista nel reality di Canale 5

Foto: Simona Izzo è opinionista al GF con Cristiano Malgioglio

18 Maggio 2018 | 16:00 di Barbara Mosconi

Ha doppiato grandi star, da Kim Basinger a Jessica Lange. Ha recitato in film, serie tv e spettacoli teatrali. Ha scritto sceneggiature, si è cimentata nel ruolo di regista e ha pubblicato romanzi, biografie e saggi. E ora sta lavorando con il marito Ricky Tognazzi alla nuova serie tv «La vita promessa», che vede tra gli interpreti Luisa Ranieri. La carriera di Simona Izzo è lunghissima. Negli ultimi tempi, poi, è diventata molto popolare grazie al «Grande Fratello»: prima come concorrente dell’edizione “vip” e ora come opinionista della versione classica, condotta da Barbara d’Urso.

Simona, lei è da sempre impegnatissima. Dove trova tanta energia?
«È quello che mi chiedo anche io! Ma ogni tanto la perdo, come se dovessi andare in vacanza da me stessa. Non pensate a me come a Wonder Woman, sono semplicemente una donna che fa molta fatica».

Perché ha scelto di partecipare al Grande Fratello?
«Come concorrente, prima del Grande Fratello Vip avevo già partecipato a Pechino Express e mi ero divertita molto. Il format del reality mi piace perché è una lente di ingrandimento sulla realtà. Io ogni volta studio i partecipanti per poterne ricavare qualcosa da dire. Scrutare come vive la gente mi ha sempre affascinato».

E cosa può dirci dei concorrenti della Casa?
«Siamo di fronte a persone che si possono incontrare  per la strada. C’è il ragazzo che si rifà otto volte il viso, la spagnola esagitata, il giovane tutto tatuato, la signora esuberante. È un insieme bizzarro, che in qualche modo rappresenta la vita vera. E infatti stanno emergendo temi molto aderenti alla realtà attuale: l’omofobia, il razzismo, la violenza sulla donne, la latitanza dei padri, la confusione sessuale».

Ha detto: «Più che un’opinionista sono un’emozionista». Si lascia coinvolgere molto?
«Mi sono emozionata soprattutto all’inizio per la storia d’amore tra Lucia e Filippo. Mi colpivano le sensazioni che provava lei, i suoi respironi, il tremore delle guance...».

Alle critiche sulla trasmissione cosa risponde?
«Anche a me molti dicono di lasciare il programma perché non è dignitoso. Ma cosa significa? Io rispondo che la vita è questa e va affrontata. E poi nessuno ha l’obbligo di guardarlo, basta spegnere la tv o cambiare canale. Ma visti gli ascolti non mi pare che succeda».

Del Grande Fratello Vip che ricordo ha?
«È stata una delle esperienze più intense che ho sperimentato. Ho vissuto un periodo di grande allontamento dal quotidiano, dalle mie paure, dai miei timori, dalle mie ansie... È stata una grande vacanza».

Ha resistito nella Casa cinque settimane. Tante o poche?
«Io sarei rimasta anche di più. Mi hanno mandata in nomination perché mi esponevo e dicevo la mia, ma da regista e autrice volevo dare un senso drammaturgico alla nostra presenza nella casa».