Sonia Bruganelli: «Non temo le critiche, continuerò a sostenere i concorrenti più scomodi del “GF Vip”»

È alla seconda edizione come opinionista del reality di Canale 5

8 Settembre 2022 alle 07:52

Sonia Bruganelli è in grande forma e di ottimo umore. «I complimenti vanno a due persone che mi hanno dato una mano: Flaminia Bolzan, la mia mental coach, e il personal trainer Matteo Braccani, che mi citofona a casa per farmi fare ginnastica. Volevo fare una cosa che non facevo da tanto tempo: occuparmi di me stessa».

Aveva detto che non avrebbe più fatto l’opinionista del “GF Vip”. Cosa le ha fatto cambiare idea?
«Ne ero convinta. Però poi mentre registravo il mio programma “I libri di Sonia” ad aprile mi sono accorta di essere cresciuta professionalmente grazie al “GF Vip”: mi ha aiutato a conoscermi e a mettermi alla prova su cose che davo per scontate. E quando Alfonso me l’ha chiesto, mi sono detta che era un segnale, che questa avventura non era ancora finita, che potevo migliorarmi ancora di più».

Si è consultata con la sua famiglia prima di accettare?
«I miei ragazzi hanno opinioni diverse. Davide gioca a calcio a Trieste e ormai è fuori casa; Adele è totalmente indifferente, mentre Silvia è cresciuta con il “GF” e verrà con me in studio. Paolo (Bonolis, il marito, ndr) lavora e ci sono le partite. Ha influito poco nella scelta (ride)».

Ha deciso di fare degli aggiustamenti nel suo modo di fare l’opinionista?
«Molto dipende dalle persone che hai accanto, dalle provocazioni. Orietta è consapevole che siamo al servizio del format e non c’è bisogno di primeggiare in un ambiente dove i protagonisti sono i concorrenti. Io continuerò a volere dentro le persone più scomode. Anche in quanto spettatrice, mi piace vedere che accadono strane cose nella Casa. È un format dove dobbiamo fare in modo che le dinamiche nascoste vengano fuori, non sarò mai un’opinionista comoda».

In cosa si era piaciuta nella scorsa edizione?
«Nel fatto di non avere paura delle critiche del pubblico e del web perché seguivo e davo il mio appoggio a personaggi con un bel carattere».

Contenta di lavorare con Orietta Berti?
«Tantissimo! È spiritosa, divertente, disponibile e carina. È proprio vero che più sono “alti” più sono umili».

Alfonso ha detto che lei dopo le 23 si spegne un po’, al contrario di Orietta...
«È vero, infatti ce lo siamo dette con Orietta. Ci divideremo il programma: io in pratica ho la prima ora di autonomia, lei dalle 23 in poi è sveglissima, io mi “frizzo”. Quando sento che succede qualche cosa mi risveglio, ma ogni tanto la palpebra mi cade. Per fortuna dura poco, un quarto d’ora. Saranno le luci, il trucco, il caldo. Alfonso lo sa e in quei 15 minuti mi lascia stare».

Ha studiato un nuovo look?
«Avrò un look più sobrio rispetto a Orietta. Ma dopo un po’ di puntate anche la scelta dell’abito mi stanca. Quello che mi danno, indosso. Invece tengo molto alle scarpe».

Cosa spera di trovare in questa nuova edizione?
«Dopo il primo mese, i concorrenti diventano fragili e vorrei fare il possibile affinché ognuno di loro possa dare il massimo. Vorrei riuscire a tirare fuori l’anima delle persone».

Seguici