Home TvReality e talentStefano De Martino: «Con Maria De Filippi sto facendo la migliore scuola di tv possibile»

Stefano De Martino: «Con Maria De Filippi sto facendo la migliore scuola di tv possibile»

Il ballerino di «Amici» racconta la sua crescita artistica in televisione grazie alla signora Costanzo e conferma che presto tornerà sul piccolo schermo

14 Settembre 2017 | 15:06 di Antonella Luppoli

Stefano De Martino è considerato uno dei sex symbol di casa nostra ma non è il classico “tutti muscoli e niente cervello”. Lo abbiamo incontrato nel cuore di Milano – nei pressi di Piazza San Babila – dove ha inaugurato un nuovo programma di fitness di Virgin Active. Ci ha raccontato la sua esperienza in tv e i suoi progetti per il futuro.

Prima allievo, ora ballerino professionista della scuola di «Amici». Cosa è rimasto del ragazzino che ha preso parte al talent show di Canale 5 nel 2010?
Tutto. Chi mi conosce sa che non sono cambiato molto. La mia vita è stata stravolta, la mia persona, il mio carattere invece per niente. Sono profondamente legato alla mia versione originale, ho fatto degli aggiornamenti, ma il software è rimasto lo stesso (ride, ndr).

Deve il suo successo al talent show di Canale 5, c’è stato un momento in cui si è pentito di aver partecipato? 
Mai. Ci sono dei momenti di stanchezza, come succede con tutti i lavori, ma non ho mai maledetto quel giorno. Grazie ad «Amici» la mia vita è cambiata radicalmente e fortunatamente sono riuscito a fare quello che desideravo sin da piccolo: la mia passione è diventata il mio lavoro.

Ci sarà anche quest’anno ad «Amici»?
Certo. Tra un po’ ripartirà la nuova edizione, stiamo facendo l’ultima parte di casting che poi vedrete su Real Time.

• E tu a quale vincitore di Amici somigli? Il nostro test

Sempre con lei e Marcello? 
Sì sì, ormai siamo una coppia di fatto (ride, ndr).

Perché «Amici» è uno dei programmi più seguiti della televisione italiana? 
Perché ogni anno è diverso: le storie dei ragazzi, che sono i protagonisti assoluti, cambiano di anno in anno. Così, il pubblico non si stanca e resta fedele.

Nel corso della scorsa stagione televisiva l’abbiamo vista anche a «Selfie – Le cose cambiano», perché ha detto di sì?
Mi sono molto divertito. Ho detto di sì perché mi piacciono le sfide. Quando mi rendo conto di conoscere a menadito le dinamiche di qualcosa, mi piace sperimentare altro. 

Cosa le piacerebbe fare ancora in tv?
Ho dei sogni nel cassetto, ma non li posso dire per scaramanzia.

Possiamo dire però che la strada della conduzione – che già sperimenta su Real Time – è quella che le piacerebbe seguire?
Sì, credo che la mia fortuna sia quella di avere persone che credono in me e che mi danno la possibilità di fare esperienza sul campo.

Sta parlando di Maria De Filippi? 
Ovviamente. A lei devo dire grazie soprattutto perché mi ha dato fiducia. La cosa che sto cercando di imparare da Maria è l’onestà nel condurre: lei è uguale davanti e dietro le telecamere.

È lei il suo modello di conduttore tv?
Sto facendo la scuola di televisione migliore che si possa fare: stare dietro le quinte e vedere come Maria gestisce gli imprevisti o come riesce a riportare l’attenzione sulle cose importanti è essenziale per il mio percorso professionale e personale. In generale, non ho idoli. Neanche nella danza. Quando mi chiedono se mi ispiro a Roberto Bolle mi viene da ridere perché abbiamo due fisicità molto diverse: lui è una etoile, io un ballerino che si difende.