Home TvReality e talent«Tale e Quale Show 2018»: nona puntata. Le esibizioni e la classifica

«Tale e Quale Show 2018»: nona puntata. Le esibizioni e la classifica

Federico Angelucci si trasforma in Liza Minnelli e stravince. Secondo Antonio Mezzancella alle prese con Tiziano Ferro. Luca Argentero quarto giudice

Foto: Liza Minelli secondo Federico Angelucci  - Credit: © Rai

10 Novembre 2018 | 00:58 di Lorenzo Di Palma

Con una strepitosa interpretazione di Liza Minnelli, nella sua New York, New York, Federico Angelucci si è aggiudicato per distacco - con 84 punti, standing ovation e giudizio unanime dei 4 giudici - la nona puntata di Tale e Quale Show, venerdì 9 novembre in prima serata su Rai1, con Luca Argentero in giuria con Loretta Goggi, Giorgio Panariello e Vincenzo Salemme. Una vittoria che lo porta anche al primo posto della classifica generale del torneo dei campioni che decreterà il “Campione di Tale e Quale Show 2018”.

Secondo, con 66 punti, si è classificato Antonio Mezzancella, impegnato nella missione impossibile di riprodurre le acrobazie vocali di Tiziano Ferro e le sue Sere Nere. Missione compiuta in modo eccellente: è “padrone delle sue corde vocali”, secondo Loretta Goggi. Ed è secondo anche nella classifica generale, davanti a Roberta Bonanno.

Terzo classificato con 62 punti, uno dei due “Pooh” della serata, il sorprendente Andrea Agresti che si è trasformato in Roby Facchinetti per cantare La donna del mio amico. Mentre al quarto posto si è piazzata Annalisa Minetti che ha affrontato sul trapezio la Try di P!nk, premiata con 59 punti.

Un buon quinto posto (53 punti) se lo è aggiudicato Filippo Bisciglia che ha ricordato il grande Rino Gaetano (A mano a mano), precedendo la trionfatrice della scorsa puntata (grazie a una straordinaria interpretazione di Amy Winehouse) Roberta Bonanno che ha totalizzato 45 punti con I Will Survive di Gloria Gaynor, in tema con la puntata “speciale”, dedicata all’Airc (Associazione italiana per la ricerca sul cancro).

Solo settima, con 41 punti, si è classificata Alessandra Drusian, diventata per una sera Loretta Goggi, che ha preceduto Massimo Di Cataldo che ha ottenuto 37 punti per la sua imitazione dell’altro Pooh della serata, Riccardo Fogli. Nona (35 punti), Vladimir Luxuria che ha proposto Fuori dal Tunnel di Caparezza.

Fanalini di coda: Giovanni Vernia con 24k Magic e Bruno Mars (32 punti); Alessia Macari che ha riproposto Sabrina Salerno e la sua Boys degli anni 80 (27 punti); e, ultima, Valeria Altobelli (23 punti) che ha tentato una difficile interpretazione di Gigliola Cinquetti con la canzone di Domenico Modugno del Festival del 1966, Dio, come ti amo.