“Tale e Quale Show 2022”: prima puntata. Le esibizioni e la classifica

Antonino vince la prima puntata imitando Marco Masini; secondo posto per Gilles Rocca nelle vesti di Ultimo, terza Rosalinda Cannavò che ha imitato La Rappresentante di Lista

Antonino imita Marco Masini  Credit: © Rai
1 Ottobre 2022 alle 01:20

Tra auguri di compleanno, standing ovation a ripetizione e qualche sorpresa, la prima puntata della dodicesima edizione di “Tale e Quale Show”, venerdì 30 settembre, come sempre in prima serata su Rai1, è stata vinta per distacco (75 punti) da Antonino, uno dei pochi veri cantanti dell’edizione, che si è prodotto in un’interpretazione di Marco Masini e della sua “T’innamorerai”, che è stata giudicata l’esibizione migliore dai social e da tutti i giudici: Loretta Goggi (festeggiatissima per il suo compleanno), Giorgio Panariello, Cristiano Malgioglio e Leonardo Fiaschi, imitatore ed ex concorrente della trasmissione, nelle vesti di Jovanotti.

Secondo posto per Gilles Rocca, ex calciatore, attrezzista e vincitore di “Ballando con le Stelle”, che ha sorpreso tutti cantando in maniera convincente il successo sanremese di Ultimo, “I tuoi particolari” e che ha ottenuto 59 punti. Il podio è stato poi completato da Rosalinda Cannavò, anche lei sorprendente nella vesti de La Rappresentante di Lista, che ha inaugurato la puntata e l’edizione e che le ha fruttato 53 punti.

A un solo punto dalla terza si è piazzato invece l’imitatore professionista, varie volte in giuria nella scorsa edizione, Claudio Lauretta, che ha cantato “Il Clarinetto” imitando alla perfezione (ma mancava un po’ di “carisma” secondo il severissimo Malgioglio) Renzo Arbore e ottenendo la prima (delle tante) standing ovation e il primo “Chapeau!” di Loretta Goggi della nuova edizione del talent.   

Quinta si è classificata con 49 punti, Alessandra Mussolini, che ha dimostrato di saper cantare come Rosanna Fratello “Sono una donna non sono una santa”, seguita a 46 punti dalla debuttante ex “professoressa” de “L’Eredità” Samira Lui, che ha interpretato con molto entusiasmo Corona e la sua “Rhythm of the night”, riportando tutti negli anni ’90.  

Solo settimo si è piazzato invece l’attore, regista, conduttore televisivo e radiofonico, Andrea Dianetti, che ha totalizzato 44 punti, imitando Damiano dei Måneskin in smoking, anche se sembrava più “Silvan a 18 anni”, secondo Panariello. Distaccando di un solo punto, Elena Ballerini, ex invita di “Citofonare Rai2”, che ha reso omaggio alla recentemente scomparsa Olivia Newton-John con “Hopelessly devoted to you” dalla colonna sonora di “Grease”.

Un discorso a parte meritano gli ultimi tre classificati, a partire dalla terzultima, Valentina Persia, che ha conquistato 30 punti con la sua poco credibile imitazione di Teresa De Sio, una cantante dallo stile troppo personale e difficilmente replicabile. Partecipa, invece, a un programma a parte, la coppia formata da Francesco Paolantoni, primo “ripetente” del programma a cui ha partecipato anche due anni fa, e da Gabriele Cirilli, penultimi con 27 punti, ma veramente spassosi nei panni di Mahmood & Blanco, che però assomigliavano di più, secondo lo stesso Paolantoni, a un pizzaiolo e a “Chucky la bambola assassina”.

Ultima si è classificata con soli 26 punti, Valeria Marini che ha tentato di imitare Britney Spears con la sua “Toxic”, con buona volontà ma risultati discutibili e che si candida sin d’ora come bersaglio preferenziale per Cristiano Malgioglio che ha commentato così l’esibizione: “Avrei preferito un colpo in testa…”.

Seguici