Home TvReality e talentTina Cipollari: «Il mio bilancio di Pechino Express»

Tina Cipollari: «Il mio bilancio di Pechino Express»

Il 14 novembre, la finale celebrerà i suoi vincitori. Ecco l'intervista a una delle protagoniste più amate

14 Novembre 2016 | 11:30 di Alessandro Alicandri

Il 14 novembre su Rai2, arriva alle 21.10 la finale di Pechino Express. Siamo in Messico e quattro coppie ancora in gara si sfideranno senza esclusione di colpi: i #contribuenti (Diego Passoni e Cristina Bugatty), gli #innamorati (Lory Del Santo e Marco Cucolo), i #socialisti (i The Show, Alessandro Tenace e Alessio Stigliano) e gli #spostati (Tina Cipollari e Simone Di Matteo).

Tra loro ci sarà solo una coppia vincitrice e per tenere alta l'attenzione su questa finalissima, abbiamo deciso di fare due chiacchiere con una delle protagoniste assolute dell'edizione, la mitica Tina Cipollari. Naturalmente, visto che l'intervista è stata realizzata prima della finale, nessuna domanda o risposta vi porterà a uno spoiler. Ecco quindi il suo bilancio dell'esperienza.

Tina Cipollari per i 20 anni di «Uomini e Donne»: l'intervista

Partiamo dall'inizio: lei Tina si è subito fatta un sacco di nemici.
«Non ragiono per strategie, non l'ho mai fatto. Non ho nulla di specifico contro i compagni di avventura, ma sono anche persone che ero sicura non avrei mai più rivisto. Fare amicizia e comunella a tutti costi come hanno fatto loro, non fa per me. Alla confidenza forzata preferisco la diffidenza preventiva, non si sa mai».

Come ha vissuto da dentro le poche eliminazioni del programma?
«Da dentro si sentiva un po' meno il senso della gara. Ci speravamo ogni volta, ma le puntate erano spesso non eliminatorie. È successo così tante volte che per un discorso competitivo mi ha dato fastidio, anche se quello stesso meccanismo ci ha salvati».

Quali sono i motivi, se ci sono, per cui rifarebbe Pechino Express?
«È stata l'esperienza di viaggio più folle che abbia mai fatto nella vita. Mi sono trovata benissimo con Simone e lo rifarei perché abbiamo riso tantissimo. Nonostante i momenti di tensione e di difficoltà, è stato un viaggio anche interiore. Il bilancio è più che positivo»

Si è rivista in tv? C'è qualcosa nel montaggio che non si è visto?
«Bhè, di sicuro non potevano mettere tutto quello che ho combinato! (ride) A volte mi è parso che si insistesse troppo sulla mia ricerca di cibo e meno sul fatto che sono stata combattiva e ho fatto mille peripezie per arrivare fino in fondo. In ogni caso mi sono riconosciuta: ero la Tina che tutti conoscono, un po' folle e sopra le righe».

A proposito, su quel punto non si è mai risparmiata...
«Io se ho uno stato d'animo, non riesco a tenermelo dentro. Lotto da sempre contro quelle persone abbottonate che hanno paura di esprimere le proprie opinioni. Sono fiera di me stessa perché quando scovo persone false e finte mi sento bene. Mi "slaccio" continuamente, sono fatta così e credo lo dovrebbero farlo un po' di più tante persone»

La sua coppia preferita?
«Gli Spostati, quindi io e Simone (ride)».

Troppo facile! A parte voi?
«La coppia dei Coniugi formata da Francesco Sarcina e Clizia Incorvaia, due ragazzi fantastici e molto combattivi. Gli altri, bah!».

Durante le puntate si è visto il suo grande amore per i bambini. Quali sono le differenze con quelli italiani?
«Sono mamma e quindi ho una naturale propensione a essere "chioccia". Mi ha colpito il loro essere comunque felici nonostante l'enorme povertà e l'usare i sassi come giocattoli. Gli occhioni dolci di quei cuccioli non li dimenticherò mai».

Che opinione si è fatta di Costantino Della Gherardesca?
«Questa esperienza mi ha confermato quello che immaginavo già. L'ho sempre ammirato come personaggio televisivo e oggi lo ammiro anche come persona. Quella sua aria superba che ti scruta con quegli occhi apparentemente boriosi. È un conduttore che ti legge dentro, all'inizio intimoriva anche una come me!»

Lei condurrebbe Pechino Express?
«Non ne sarei in grado, non mi ci vedo assolutamente. Mi ci vedo solo come concorrente».

Qual è stato il suo ospite "esterno" preferito?
«Bhè, mi hanno fatto impazzire le "Caravelle" (Fariba Tehrani, Angelina e la Marchesa d'Aragona) che ci hanno fatto ridere tantissimo, Valerio Scanu che è stato molto simpatico e Roberto Giacobbo, una bella persona».

È pronta per «Selfie», il nuovo programma con Simona Ventura?
«Prontissima, durante la prima registrazione mi sono già fatta valere e ho avuto già da ridire con la Ricciarelli! (ride) Nel programma vedrete la stessa Tina di sempre, stringente, ironica e spero divertente per gli spettatori. È un'esperienza che sto vivendo con enorme piacere».