Tornano “Tú sí que vales” e “Amici”. E noi siamo già pronti a commuoverci, divertirci, stupirci!

Sabato 18 e domenica 19 settembre si riaccendono i riflettori sul talento! Su Canale 5 tornano due grandi appuntamenti con gli storici programmi di Maria De Filippi

18 Settembre 2021 alle 08:47

Sabato 18 e domenica 19 settembre si riaccendono i riflettori sul talento! Su Canale 5 tornano due grandi appuntamenti con gli storici programmi di Maria De Filippi: “Amici” e “Tú sí que vales”!

Il volto che abbiamo scelto per raccontarvi i segreto del loro successo è la persona che durante la nuova stagione li rappresenterà al meglio entrambi: Giulia Stabile. L’ultima vincitrice di “Amici”, amatissima dal pubblico per il talento nella danza e per la sua innata simpatia, si aggiunge alla allegra banda dello show del sabato sera, e si occuperà di seguire tutto da dietro le quinte con le telecamere di Witty TV, visibile in streaming. Come ha già anticipato sui social personali, Giulia si è già perfettamente integrata anche con i giudici, con ironia e voglia di mettersi sempre in gioco.

La sua personalità travolgente e fuori dagli schemi farà certamente da apripista a quella che sarà invece la formazione della nuova classe di “Amici”. Dopo il grande successo ottenuto anche da Sangiovanni e Aka 7even e dai ballerini Tommaso Stanzani e Samuele Barbetta, molto diversi ma uniti da un carattere forte, anche quest’anno sarà dato grande spazio alla libertà creativa senza mettere da parte la voglia di imparare. Tra i professori sono confermati Rudy Zerbi, Lorella Cuccarini, Veronica Peparini e Anna Pettinelli. Qui sotto vi mostriamo quelle che secondo noi sono le ragioni per cui le due trasmissioni sono così amate, ma siamo anche certi che come ogni anno non mancheranno inaspettate sorprese.

5 ragioni del successo di "Amici"

  1. La timidezza non abita qui Chiunque abbia deciso di condurre, giudicare o esibirsi nello storico studio di Roma, non può sottrarsi al gioco. In questo Rudy Zerbi, Maria De Filippi, Teo Mammucari, Gerry Scotti e anche la paurosa (per sua stessa ammissione) Sabrina Ferilli danno sempre il buon esempio, infilandosi anche nelle situazioni più strampalate o pericolose.
  2. Le esibizioni incredibili Dopo tantissimi anni, il programma riesce ancora a stupire, grazie a una ricerca approfondita dei più grandi talenti italiani e internazionali. Lo studio e la struttura organizzativa permettono di ospitare qualsiasi tipo di acrobazia e sport estremo, presentando spesso forme d’arte mai viste in televisione.
  3. Le grandi storie È un programma che punta tutto sull’adrenalina e sul divertimento, ma dietro i talenti ci sono anche commoventi storie di vita, che vengono raccontate con semplicità e delicatezza. In fondo per poter “valere” non bisogna per forza fare i fuochi d’artificio, come ha dimostrato chi si è presentato per raccontare al pubblico semplici ma importanti prove di solidarietà.
  4. La scuderia Scotti Da qualche anno esiste un torneo parallelo, quello della “Scuderia Scotti”: i personaggi più folli colgono subito l’attenzione di Gerry che si propone di diventare (per scherzo, ovviamente) il loro agente. La gara in qualche modo diventa reale: nessuno di loro vincerà il programma, ma torneranno a esibirsi per il gaudio del giudice e per farci sorridere.
  5. La velocità Sapete quante esibizioni sono state viste lo scorso anno durante le audizioni nelle prime 11 puntate? Quasi 200, tutte diverse! Il regolamento prevede pochi minuti in cui bisogna dimostrare tutto, quindi non c’è tempo da perdere. In una sola serata c’è modo di vedere, ogni sabato, tutte le sfumature dell’intrattenimento.

5 ragioni del successo di "Tú sí que vales"

  1. Al passo con i tempi “Amici” è un format italiano che si trasforma e si può adattare alle tendenze del momento. È il primo talent ad aver accolto le band, le voci liriche, gli artisti rap e trap, per non parlare della danza sia contemporanea che classica.
  2. Maria è la mamma di tutti La conduttrice è sempre la persona più giusta per far conoscere i nuovi alunni. Attentissima osservatrice, coglie subito i loro punti di forza (anche umani), conversando con loro tra battute e scherzi, perché si esprimano al massimo... a patto che si rispettino con educazione le regole previste. È pur sempre una scuola!
  3. La vita in casetta Nel 2020 l’abitazione dove dormono i ragazzi sotto gli occhi delle telecamere è stata aperta agli alunni fin dall’inizio e non più al Serale. La necessità di tutelare gli alunni durante l’epidemia è diventata il modo ideale per scoprire le loro personalità e imparare ad apprezzarli fin dal primo giorno, ogni giorno.
  4. I prof grandi protagonisti Da sempre i docenti in cattedra sono il motivo principale per il quale gli alunni danno sempre il meglio! Tra opinioni taglienti, sfide e votazioni, alla fine i ragazzi devono molto (se non tutto) ai loro insegnanti. Attenti critici, i “prof” si trasformano spesso in grandi sostenitori, come è successo nell’ultima edizione: la severa Anna Pettinelli durante il Serale è diventata una vera fan del cantante Aka 7even, a tal punto che Rudy Zerbi ha addirittura indossato ironicamente una parrucca per imitarla e una giacca con su scritto “Petty 7even”.
  5. I ballerini I ballerini professionisti di “Amici” non sono soltanto coloro che danno “il buon esempio” su come ballare agli allievi della scuola, ma negli anni sono diventati delle vere e proprie star. Elena D’Amario, Simone Nolasco, Giulia Pauselli e Andreas Müller, per esempio, sono seguitissimi in tv e anche sui social.
Seguici