Home TvReality e talentThe Voice of Italy 2018: le anticipazioni, i coach, le blind audition e i knock out

20 Aprile 2018 | 01:10

The Voice of Italy 2018: le anticipazioni, i coach, le blind audition e i knock out

Torna con la quinta edizione il talent show musicale di Rai2, quest'anno condotto da Costantino Della Gherardesca e che vede nel ruolo di coach J-Ax, Al Bano, Francesco Renga e Cristina Scabbia

 di Redazione Sorrisi

The Voice of Italy 2018: le anticipazioni, i coach, le blind audition e i knock out

Torna con la quinta edizione il talent show musicale di Rai2, quest'anno condotto da Costantino Della Gherardesca e che vede nel ruolo di coach J-Ax, Al Bano, Francesco Renga e Cristina Scabbia

20 Aprile 2018 | 01:10 di Redazione Sorrisi

Torna dopo un anno di sospensione «The Voice of Italy», a partire da giovedì 22 marzo su Rai2 (e Radio2) alle 21.20. Un cast rinnovato, una conduzione più colorata con Costantino Della Gherardesca e un'edizione più snella e "crudele" di sole 8 puntate con qualche aggiustamento anche sul format. Così il conduttore «Sarò, spero, di intrattenimento per il pubblico. Aiuterò le giovani famiglie, perché spesso questi ragazzi arrivano con addosso molta emozione. La novità per me è dover provare empatia e spesso consolare le persone. C'è anche un grosso lavoro di psicanalisi che finora in televisione non ho ancora fatto».

The Voice of Italy 2018: i 4 giudici e le novità

I Coach

Affiancano il "veterano" J-Ax tre nuovi giudici che non potrebbero provenire da mondi musicali più diversi. C'è la tradizione melodica di Al Bano, il pop-rock di Francesco Renga e il metal-rock di Cristina Scabbia dei Lacuna Coil, più famosa negli Stati Uniti che in Italia.

«Ho sempre amato The Voice perché siamo liberi di scegliere in base alla voce e non in base all'immagine» ha detto J-Ax esprimendo il proprio entusiasmo di trovarsi ancora una volta sulle poltrone rosse del talent «Mi sono ritrovato da essere la novità, a essere Raffaella Carrà». Perché le novità sono tante quest'anno e una di queste è appunto Cristina Scabbia che ammira il coraggio di Rai2 di «Esporre alla maggioranza degli italiani un personaggio che può avere fatto tante cose interessanti, ma che di fatto è un personaggio poco conosciuto». Nel suo tentativo di portare il metal agli italiani non smetterà comunque di provare a «Trovare la verità. Spesso i partecipanti ai talent cercano la fama effimera, arrivano perché vogliono sfondare e invece è molto importante amare quello che si fa. Cercheremo di insegnare loro che questa sarà una buona base non sarà il successo immediato».

Poche pretese anche per Al Bano che in questo talent cerca "solo" «I prossimi Morandi, i prossimi Celentano. Perché la cosa bella è trovare la personalità di chi canta, la personalità canora, poi instradarli bene. Chi ha passione si vedrà, chi ha passione resisterà». La definisce "fame" Francesco Renga «Ho sempre pensato che la voce in sé racconti tutto. Faccio sempre questo stupido esempio: quando ci chiama un amico che non vediamo e non sentiamo da tempo, la prima cosa che capiamo dalla voce è come sta. Questa secondo me è la magia della voce prima che del canto. Io cerco questo tipo di talento, che abbia l'urgenza di raccontarsi di arrivare alle persone, di comunicare. Cerco la fame, perché il talento a volte è anche un'arma a doppio taglio».

Francesco Renga a The Voice 2018: «Voglio essere un coach esigente, ma non intransigente»

Cristina Scabbia a The Voice 2018: «Il cuore è sempre in prima fila, mi sono sempre fidata delle mie sensazioni»

J-Ax a The Voice 2018: «È un programma che unisce le famiglie»

Al Bano a The Voice 2018: «Non c’è peggior cosa di quando arriva un imitatore»

I 4 Team

Team Al Bano: Stefania Calandra, 50 anni di Roma (musicista); Cinzia Carreri, 28 anni di Mantova (performer); Raimondo Cataldo, 26 anni di Mantova (libero professionista); Maria Teresa Dalise, 33 anni di Roma (cantante);  Virginia Dioletta, 22 anni di Roma (fonica); Aurelio Fierro JR, 41 anni di Napoli (cantante); Simona Marcelli, 20 anni di Torre Boldone, Bergamo (studentessa); Michele Mirenna, 27 anni di Milano (musicista); Angela Semerano, 25 anni di Ostuni (studentessa e cantante); Selenia Stoppa, 26 anni da Lecce (attrice e cantante); Maryam Tancredi, 18 anni di Napoli (studentessa); Tekemaya (Francesco Bovino), 41 anni di Lecce (drag queen e cantante).

Team J-Ax: Rosy Castello, 19 anni di Ragusa (studentessa); Riccardo Giacomini, 27 anni di Cagliari (operaio); Angelica Ibba, 16 anni di Cagliari (studentessa); Antonio Licari, 18 anni di Marsala (studente); Kimberly Madriaga, 18 anni di Catania (studentessa); Angelica Peroni, 23 anni di Verona (studentessa e barista); Beatrice Pezzini, 20 anni di Verona (studentessa al Conservatorio); Roberto Tornabene, 16 anni di Catania (studente); Andrea Tramacere, 19 anni di Rovigo (studente e catechista nel tempo libero); URAMAWASHI (Gaia Miolla e Nicolò Restaini, 17 e 21 anni, entrambi da Bari, studenti); Ferdinando “Vega”, 30 anni di Roma (agente immobiliare); Deborah Xhako, 19 anni di Roma (studentessa).

Team Francesco Renga: Mirko Carnevali, 33 anni di Mantova (musicista, sportivo); Antonello Carozza, 32 anni di Campobasso (cantante); Laura Ciriaco, 33 anni di Milano (cantante); Mirco Pio Coniglio, 21 anni di Bergamo (responsabile alberghiero); Michelangelo Falcone, 17 anni di La Spezia (studente); Marica Fortugno, 20 anni, di Reggio Calabria (studentessa); Daniele Gentile, 18 anni di Bari (studente); Alberto Lionetti, 18 anni di Torino (musicista); Virginia Mellino, 18 anni di Livorno (studentessa); Annalisa Perlini, 20 anni di Talamona (studentessa); Giovanni Saccà, 23 anni di Messina (studente); Asia Sagripanti, 19 anni di Pordenone (studentessa).

Team Cristina Scabbia: Ylenia Aquilone, 23 anni di Catania (banconista); Andrea Butturini, 23 anni di Brescia (studente); Graziana Campanella, 26 anni di Bari (cantante); Asja Cresci, 18 anni di Piombino (studentessa); Elisabetta Eneh, 31 anni di Cosenza (disoccupata); Claudia Illari, 23 anni di Roma (studentessa); Alessandra Machella, 32 anni di Roma (musicista); Antonio Marino, 35 anni di Napoli (insegnante di canto); Alessio Parisi, 19 anni di Napoli (studente); Marco Priotti, 31 anni di Torino (impiegato); Sabrina Rocco, 19 anni di Napoli (studentessa); Mara Sottocornola, 31 anni di Como (cantante).

Le nuove regole: dalle Blind Audition alla Battle

La maggior sinteticità dell'edizione non toglierà spazio alle classiche "Blind Audition", le audizioni al buio occuperanno quattro delle otto puntate e saranno girate in uno studio completamente rinnovato. Assoluta novità dell'edizione è il "Blocca coach", utilizzato per la prima volta in Europa. Nel corso delle Blind ognuno dei giudici avrà la possibilità di escludere un collega dalla scelta di un talento.

Dei 100 aspiranti concorrenti solo 48 (12 per team) arriveranno alla fase "Knock Out" che durerà due puntate. All'interno dei Knock Out sarà possibile usufruire di un nuovo "Steal", tramite il quale si può scegliere di ripescare un concorrente eliminato da un altro team.

Sopravviveranno a questa sfida solo in 16, accedendo alla "Battle", ultima fase eliminatoria prima della finalissima live, in onda il 10 maggio 2018. Nella Battle viene introdotto il Sing Off, uno spareggio all’interno di ogni team sul brano che i talenti hanno presentato alle Blind Audition.

In finale si sfideranno i 4 vincitori dei Sing-off, accompagnati dall'orchestra e dalle coreografie del corpo di ballo. Il vincitore verrà deciso dal voto del pubblico a casa che potrà esprimere le proprie preferenze attraverso i social e il web. Il vincitore si assicurerà un contratto discografico con Universal Music Italia.