X Factor 9, il racconto delle Home Visit

I quattro giudici hanno selezionato i 12 talenti che canteranno all' X Factor Arena

 - Credit: © Sky

15 Ottobre 2015 | 23:00 di Daniele Ceccherini

Le squadre sono al completo! La gara si accende giovedi 22 ottobre in diretta dall'X Factor Arena.

Ultimo scontro della serata e a vincerlo è Eleonora Ananìa che rimanda a valle una sconsolata Selene Capitanucci 

Dopo la stecca nella performance Gaia viene eliminata e non trattiene le lacrime

Viene invece colta di sorpresa la bella Enrica Tara che entra titolare nella squadra di Skin.

Se lo aspettava Martina di essere eliminata.

La prima Under Donna a salire in vetta insieme a Skin è Margherita Principi.

L'ultimo posto nella squadra delle "band" è preso viene preso dagli Urban Strangers.

Adesso però tocca alle belle notizie e sia i Moseek che i Landlord, festeggiano con salti e abbracci la loro futura presenza ai Live

Continua con le esclusione ed è il turno degli Street Chords.

Fedez
inzia con una decisione combattuta: mandare via gli Iron Mais.

Ecco formata anche la squadra degli Under Uomini: Luca Valenti, Leonardo Marius Dragusin e Giacomo Runco (Eva).

Rimangono solo Eva e Cranio Randagio e Mika decide di scartare il rapper.

Mika invece non è ancora pronto a "proteggere" Angel Gabriel Marmolejos che interrompe qui la sua scalata.

Vanno dritti ai Live invece il sedicenne Luca Valenti e Leonardo Marius Dragusin.

Tocca a Mika salire sulla funivia. Il suo primo eliminato è Marco Gori.

Giovanni Sada e Massimiliano, "la più improbabile dele popstar" passano il turno! Sono i tre talenti della squadra di Elio.

Elio sceglie per primo Davide Sciortino e manda David Aiyeniwon e Diego Esposito a valle!

I primi a conoscere il proprio destino sono gli Over di Elio.

L’indomani mattina il ritrovo è alla stazione della funivia. Qui i giudici decidono chi far salire sulla vetta e chi rimandare a valle.

I giudici si sono presi una notte per compiere le loro scelte. Intanto i ragazzi cercano di rilassarsi alle Terme di Pré Saint Didier.

Elio congeda i suoi Over dicendo che gli sono stati di aiuto.

Un poco demoralizzato dal giudizio dei Boot Camp (una voce non suffientemente commerciale, gli dissero), Massimiliano D’Alessandro canta I got a woman di Ray Charles. Rispetto ai progetti di Elio, Massimiliano ha tante cose che vanno bene.

Diego Esposito canta E non finisce mica il cielo della grande Mia Martini. Secondo Elio è intonato e sa stare sul palco.

David Aiyeniwon con FourFiveSeconds riceve subito i complimenti del suo giudice.

Sulla stupenda Dune mosse di Zucchero cade la scelta di Giovanni Sada.

Il rocker Marco Sbarbati canta Battisti per la prima volta nella sua vita (dice).

Sebbene sia ancora triste per l’eliminazione della fidanzata, Davide Sciortino canta con la sicurezza di sempre. Elio lo elogia ma è dubbioso: riuscirà mai a cantare un pezzo italiano?

È la volta degli Over, la squadra del mitico Elio.

Gli Iron Mais cantano Svalutation di Celentano.

Ricordando il giudizio di Fedez ai Boot Camp, gli Urban Strangers sono piuttosto in apprensione e il cantante ha subito un piccolo problema di gola. Si blocca, rewind. Fedez li invita a ricominciare con calma e ne apprezza l’esibizione.

Congedati da Fedez senza commenti, i Landlord scelgono Raphael Gualazzi.

Contenti di essere a X Factor dopo una lunga gavetta, i Moseek entrano e divorano il palco. Hanno qualcosa in più rispetto agli altri secondo Fedez.

Roma-Bangkok in versione molto rivisitata: gli Street Chords armonizzano molto bene e insieme funzionano per Fedez.

Iniziano gli Osc2x, il duo di musica elettronica, e cantano un brano dei The Ark che si intitola It takes a fool to remain sane. Fedez non si pronuncia.

Tocca a Fedez e alle sue band. “C’è un sacco di roba figa e un sacco di roba che si scontra con il cinismo discografico” dirà alla fine.

L'ultima delle Under Donne è Margherita Principi che oggi è un po’ piatta secondo Skin. L'altra volta le era sembrata più originale.

La giovanissima Enrica Tara canta con delicatezza e viene molto apprezzata dal suo giudice.

La rivelazione dei Boot Camp, Eleonora Ananìa, a questo giro porta Margherita di Cocciante.

Martina Galli punta sulla semplicità, ha un bel timbro vivace.

Gaia Albertazzi stecca clamorosamente e alla fine dell’esibizione appare piuttosto tesa. Ma a Skin Gaia piace, era il pezzo a essere troppo basso per lei.

Inizia Selene Capitanucci che canta The story di Brandi Carlile nella versione di Sara Ramirez. Brava ma un po’ tradizionale secondo Skin.

È il turno delle Under Donne di Skin.

Luca Valenti non ha mai cantato a nessuno questo pezzo perché lo fa entrare in un’atmosfera particolare. A quanto pare Mika si lascia commuovere!

Cranio Randagio teme cha passi solo il suo lato tormentato e quindi questa volta sceglie Fior fiorello di Dargen D’Amico ottenendo l’effetto sperato: Mika ne elogia la follia, la grinta e l’ironia.

Su Don’t stop me now dei Queen interpretata da Marco Gori, quarto a esibirsi degli Under Uomini, Mika  accenna qualche passo di danza.

Leonardo Marius Dragusin canta Lucio Dalla. Secondo Mika non è stiloso e questo si riflette in tutto, anche nel canto: quale problemino con i reef.

Angel Gabriel Marmolejos sceglie un classico di Vecchioni, Luci a San Siro.

Inizia Eva con Carry on di James Blunt ma Mika non la considera una scelta matura.

Il primo a rompere il ghiaccio è Mika con gli Under Uomini.

Fedez punta ad avere una squadra molto variegata. Skin vuole vedere “scintille”.

Seguiremo in diretta la formazione delle quattro squadre. Elio, Fedez, Mika e Skin questa volta non potranno avere ripensamenti.

Per la prima volta tutti i cantanti avranno la possibilità di ascoltarsi vicendevolmente e i giudici potranno consultarsi con il team musicale di X Factor prima di prendere le loro decisioni.

Sono rimasti in 6 per ogni categoria. I giudici li hanno ascoltati cantare ma non hanno ancora avuto modo di parlare con loro. Scendono dall’elicottero e si trovano di fronte allo spettacolo imponente delle Alpi della Val d’Aosta: l’Auditorium più alto d’Europa, arroccato sui massicci di Courmayeur, è la location giusta per questo Live senza pubblico.

Ultima occasione per essere tra i protagonisti dell’edizione 2015 di X Factor. Per la prima volta nella storia del talent le Home Visit si svolgeranno in un’unica location: a più di 2.000 metri di altezza, in un auditorium arroccato sulle rocce del Monte Bianco, con l’accompagnamento di una band live.
Ancora più unico, però, sarà il luogo in cui i ragazzi scopriranno il verdetto del loro giudice: la nuova funivia Skyway, che dal fondo valle raggiunge un’altezza di quasi 3.500 metri. Solo 12 dei 24 talenti presenti, riusciranno a concludere la propria scalata in vetta che li porterà direttamente all’X Factor Arena, per gli altri non resterà che tornare a valle.