Home TvScoprite la bellezza dell’Italia a un passo da voi

Scoprite la bellezza dell’Italia a un passo da voi

Le star e i gioielli delle loro regioni: in tempi così complessi non c’è bisogno di grandi spostamenti...

Foto: Gerry Scotti

04 Giugno 2020 | 11:20 di Tiziana Lupi

• Se siete in partenza, per le vacanze o per il weekend, seguite queste regole

Gerry Scotti: «Che pedalate in Lombardia!»

Quando ero bambino io, la vacanza era un privilegio per pochi. Per me, da milanese acquisito, perché sono nato a Pavia, c’era la possibilità di tornare dai nonni in campagna. E a quell’età, intorno ai 12-13 anni, ogni opportunità era buona per vivere quelle che per me erano delle piccole grandi avventure. Una di queste, specie nei mesi più caldi dell’estate, era spingermi nella zona dell’Oltrepò Pavese, dove sorge il monte Penice, da cui si gode un panorama spettacolare. Mio padre si portava anche la sedia pieghevole e si metteva a prendere il fresco e a godersi il silenzio. Io ci sono tornato di recente e vi suggerisco di fare una gita in quei luoghi. Chi è appassionato di vini e buona cucina come me può trovare grandi soddisfazioni. Ed è l’ideale anche per una bella pedalata nella natura.

Elena Sofia Ricci: «La Toscana dei borghi in pietra»

Avevo 12 anni quando ho visitato per la prima volta l’abbazia di Sant’Antimo, vicino a Montalcino, in provincia di Siena. È stata un’esperienza indimenticabile arrivare in mezzo alla valle e trovarsi davanti quella meraviglia realizzata tutta in pietra bianca, utilizzando travertino e alabastro. Le pietre sono state trattate con una miscela di polvere di ocra e materiale organico derivato dal pesce per proteggerle dagli agenti atmosferici, che conferisce loro una luce particolare. Da lì, in meno di un’ora di macchina, si può arrivare a Siena, una città piena di storia e bellezza dove è sempre un piacere tornare. Per gli appassionati del periodo medievale il mio consiglio è quello di visitare Monteriggioni, un suggestivo borgo racchiuso da mura dove il tempo sembra essersi fermato. Non lontano c’è poi Montepulciano, con il suo caratteristico centro storico tutto in pietra.

Serena Rossi: «La mia Campania che profuma di mare»

La mia meta preferita? Procida, con un pranzo alla Corricella, il borgo marinaro più antico dell’isola, con le case colorate dei pescatori. La fine del mondo! Ma è imperdibile anche la Costiera Amalfitana, un patrimonio meraviglioso. E non bisogna limitarsi solo a Positano e Amalfi, ma visitare anche Nerano, che è un vero gioiello. E poi Ravello, Sant’Agata sui due Golfi, dove dall’alto si gode una vista meravigliosa. Per gli amanti dell’archeologia, invece, il litorale Flegreo vanta siti davvero interessanti, come Baia e Bacoli.

Maurizio Lastrico: «La Liguria vi “stregherà”»

Sport, natura, belle spiagge, ottima cucina... in due parole: Finale Ligure (SV), uno dei posti che amo di più. Rimanendo in tema di natura, consiglio una visita alle Cinque Terre (SP), i cui sentieri quest’anno, per ovvi motivi, saranno meno affollati. Per gli appassionati di esoterismo, invece, il borgo di Triora (IM), dove tra il 1587 e il 1589 si è svolto un processo per stregoneria.

Alessandro Borghese: «Il Lazio conquista con la sua storia»

Della mia infanzia ricordo le gite ai Castelli Romani: Frascati, il lago di Nemi… Che pranzi con la porchetta di Ariccia! Ma il Lazio è anche archeologia, con la Tuscia, la terra degli Etruschi. E, poi, c’è il mare: il litorale da Capocotta a Sabaudia e al Circeo che unisce la bellezza della natura a un’ottima cucina. Siamo nell’Agro Pontino, ci avviciniamo alla Campania, con mozzarelle, carciofi e zucchine.

Red Canzian: «In Veneto coi piedi nell’acqua»

Potersi regalare una giornata a Burano, l’isola veneziana dei merletti, o a Torcello (VE), con la chiesa di Santa Fosca e il “trono di Attila”, è un sogno. E, poi, c’è il Sile, nel trevigiano, il fiume di risorgiva che sfocia nella laguna: con piccole imbarcazioni si può fare un bellissimo giro delle Ville venete.

Bruno Vespa: «L’Abruzzo che rinasce e guarda avanti»

La visita a L’Aquila è imperdibile: è una città meravigliosa dove, finalmente, il centro storico è tornato largamente agibile. Ma in Abruzzo ce n’è davvero per tutti i gusti: la montagna con il Gran Sasso, il lago di Scanno (AQ), il Parco Nazionale d’Abruzzo. E, poi, naturalmente, il mare: da piccolo andavo a Giulianova Lido (TE) e a Francavilla al Mare (CH).

Cristina D'Avena: «L’Emilia Romagna dei viali e dei portici»

Le vacanze al mare per me sono da sempre a Rimini e a Riccione con il suo “mitico” viale Ceccarini. Per un po’ di relax cittadino, invece, non c’è niente di meglio della mia Bologna con le sue torri e i suoi portici. Quello di San Luca, che porta al Santuario della Madonna, è il più lungo del mondo: circa 4 chilometri e quasi 500 scalini.

Al Bano: «La Puglia tra scirocco e tramontana»

La località più bella della Puglia? La “mia” Cellino San Marco (BR), naturalmente. Si trova a 12 km dal mare Adriatico e a 14 km dal mar Ionio: se soffia lo scirocco si va da una parte, se c’è la tramontana si va dall’altra. È possibile fare vita di spiaggia, esplorazioni subacquee e lunghe passeggiate. Senza scordare il Salento.

Massimo Giletti: «Il Piemonte offre un gioiello liberty»

Il Piemonte è pieno di luoghi bellissimi. Il più suggestivo, e probabilmente anche il meno conosciuto, è l’isola di San Giulio, sul lago d’Orta (NO). Per arrivarci bisogna lasciare la macchina a Orta e prendere il battello. Volendo, si può girarla per intero e ammirare le numerose ville in stile liberty. Il mio consiglio, però, è quello di dirigersi subito verso la basilica di San Giulio, che è visibile anche dall’acqua, e visitare l’abbazia Mater Ecclesiae, dove vivono in clausura le monache benedettine. Una volta alla settimana si può incontrare la Madre Badessa.