Home TvSerie tv“All Rise”, vogliamo giustizia!

“All Rise”, vogliamo giustizia!

Dal 17 ottobre su Infinity la serie che segue i casi e le udienze di un tribunale di Los Angeles

Foto: Wilson Bethel e Simone Missick in "All Rise"

23 Ottobre 2020 | 10:13 di Giulia Ausani

A chi non è mai capitato di fare una figuraccia sul posto di lavoro? È successo anche al giudice Lola Carmichael, che alla sua prima udienza cade in aula. È proprio lei la protagonista di “All Rise", serie che segue i casi e le udienze di un tribunale di Los Angeles. Gli episodi saranno disponibili dal 17 ottobre su Infinity, uno alla settimana.

Lola, interpretata da Simone Missick, è una giudice caparbia e disposta a fare di testa sua pur di garantire giustizia. «Per me “All Rise” rappresenta la maniera ideale di trattare gli esseri umani. Non come dei semplici casi, criminali o sospettati, ma come persone che, in quanto tali, commettono errori e meritano perdono e vera giustizia».

Affrontando tematiche attuali, la serie mette in luce i limiti e i problemi del sistema giudiziario americano. Accanto al giudice Carmichael ci sono avvocati difensori, assistenti e ufficiali giudiziari. Come Mark Callan, vice procuratore distrettuale nonché migliore amico di Lola, interpretato da Wilson Bethel che dice: «Nel corso della stagione cerchiamo di esplorare i diversi angoli del sistema giudiziario. E il nostro è proprio come un vero tribunale di Los Angeles, con persone di ogni genere ed età. È ciò che dà alla serie un sapore così moderno». «Raccontiamo storie di donne, immigrati, persone transgender. È un punto di vista variegato che permette agli spettatori di mettersi nei panni di qual- cun altro e interrogarsi sulla loro stessa umanità» conclude Simone Missick.