Home TvSerie tvAlvaro Morte: da “Il segreto” a “La casa di carta”. E ora “Il molo rosso”

Alvaro Morte: da “Il segreto” a “La casa di carta”. E ora “Il molo rosso”

Di gavetta ne ha fatta tanta. Ma alla fine la passione e la tenacia lo hanno premiato. L’attore spagnolo è stato finalmente baciato dal successo

Foto: Alvaro Morte

04 Aprile 2019 | 08:00 di Simona De Gregorio

Di gavetta ne ha fatta tanta. Ma alla fine la passione e la tenacia lo hanno premiato. L’attore spagnolo Alvaro Morte è stato finalmente baciato dal successo.

Ora lo stiamo vedendo il mercoledì sera su Raidue in "Il molo rosso". Qui è Oscar, un uomo dalla doppia vita diviso tra la moglie e l’amante. Creatore della serie è Alex Pina, lo stesso di "La casa di carta", la serie di Netflix che ha regalato a Morte una popolarità internazionale nel ruolo del “Professore”.

Ma il vero debutto nel mondo televisivo risale al 2014 quando entra nel cast de "Il segreto" nel ruolo di Lucas Moliner. E nei panni dell’affascinante dottore di Puente Vejo, al centro della travagliata storia d’amore con Sol (Adriana Torrebejano), Morte ha conquistato l’affetto dei telespettatori, delusi quando l’attore dopo più di 500 episodi della soap ha deciso di uscire dal cast.

Medico, professore, latin lover nella finzione... ma chi è Alvaro nella realtà? Un uomo “normale”, come ama definirsi lui, che mette al primo posto la famiglia. Sposato con Blanca Clemente, una stilista molto affermata in Spagna, dalla quale ha avuto i gemelli di tre anni Julieta e Leon, Morte segue alla lettera il suo motto: «Quando ci si innamora, bisogna dare il massimo». E anche quando è impegnato con il lavoro, trascorre il fine settimana a casa.

Senza neanche trascurare il suo primo amore professionale: il teatro. Dopo essere stato (davvero) professore di letteratura inglese in Finlandia, ha fondato la compagnia teatrale “300 Pistolas” dirigendo spettacoli in Spagna. E proprio il teatro è stato per lui una grande palestra e lo ha reso sicuro di sé: «Sono molto meticoloso nel lavoro, quando devo interpretare un personaggio lo analizzo nei dettagli, per capire come si muove, come respira» ha detto. E l’ha dimostrato!