Home TvSerie tv«Who Is America?»: su Sky Atlantic la nuova dissacrante serie firmata Sacha Baron Cohen

«Who Is America?»: su Sky Atlantic la nuova dissacrante serie firmata Sacha Baron Cohen

A metà tra fiction e documentario, la serie in onda in seconda serata racconta in modo sovversivo l’America d’oggi

15 Ottobre 2018 | 11:45 di Valentina Barzaghi

Sacha Baron Cohen ha creato personaggi estremamente provocatori, al limite col fastidioso, come Ali G, Borat e Bruno. Da lunedì 12 ottobre 2018 torna in tv dopo più di dieci anni con «Who Is America?», in onda alle ore 23.15 su Sky Atlantic e su Sky On Demand. Attraverso una scuderia di personaggi nuovi di zecca, la serie prova a rispondere alla domanda del titolo attraverso una selezione d’interviste a personaggi noti e situazioni costruite ad hoc per scandalizzare anche i repubblicani più convinti.

Non capacitandosi di come l’America sia arrivata a un oggi trumpiano, Sacha Baron Cohen inizia ogni puntata con i discorsi illuminanti di presidenti come Kennedy, Reagan e Roosevelt, per poi gettarci nello sconforto del presente in un montaggio accelerato di alcune scene della cronaca contemporanea. Violenza, divisione, politica dell’assurdo e dell’ignoranza sono le parole d’ordine che il regista-autore-produttore esamina e mette alla prova nel corso delle diverse puntate grazie a una serie di personaggi ovviamente auto-interpretati.

Eccoli. Billy Wayne Ruddick è un giornalista di truthlibrary.com con delle teorie politiche molto discutibili. Nelle prime due puntate della serie, Billy ha a che fare con degli esterrefatti Bernard Sanders, avversario democratico di Hillary alle scorse presidenziali, e Ted Koppel di ABC News. Il Dottor Nira Cain-N’Degeocello è invece un hippy che attraversa l’America per conoscere la comune gente filo-repubblicana e provare a cambiare il loro pensiero politico. Rick Sherman, ex-galeotto con ambizioni artistiche, che nelle puntate avrà diverse declinazioni come il fotografo Gio Monaldo, ci mostra come ricchezza e fama siano spesso sinonimo di distacco dalla realtà. In ultimo, il G.I. Joe del Mossad Colonnello Erran Morad inscena una serie di situazioni legate al tema della violenza negli U.S.A., dall’uso improprio delle armi alla difesa 'fai da te' dal terrorismo di matrice islamica.

Ogni personaggio è costruito da Sacha Baron Cohen con un duplice intento: se da una parte il comico vuole dimostrare come anche le teste politiche e intellettuali più dotate arrivino spesso ad arrendersi davanti all’assurdo, dall’altra ci mostra uomini e donne che vedono in quell’assurdo un’innovazione giusta da seguire. Oltre al folle prank - di cui non vogliamo svelarvi nulla - a Philip Van Cleave, sostenitore attivo per ottenere maggiori armamenti civili, riesce a far appoggiare - tutto per finta, fortunatamente - a politici come Larry Pratt, la folle idea del Colonnello Erran Morad di armare i bambini fin dai 4 anni.

«Who Is America?» è una serie che vi lascerà a bocca aperta. Se siete fan della comicità di Sacha Baron Cohen avrete di che "divertirvi": una tale insolenza non la vedevamo dai tempi del «Da Ali G Show». E qui, fra l’altro, è in mano non a uno, ma a ben quattro personaggi diversi interpretati dal comico.