Home TvSerie tv«Baby»: in streaming su Netflix la serie che racconta l’adolescenza ai Parioli

«Baby»: in streaming su Netflix la serie che racconta l’adolescenza ai Parioli

È finalmente disponibile in streaming la serie che parte dallo scandalo scoppiato qualche anno fa a Roma, per parlare di solitudine, disagio e ribellione giovanile

Foto: Alice Pagani e Benedetta Porcaroli in «Baby»  - Credit: © Netflix

30 Novembre 2018 | 11:21 di Valentina Barzaghi

«Baby» è una nuova produzione italiana originale Netflix, disponibile in streaming dal 30 novembre ed è ispirata a fatti di cronaca realmente accaduti. Stiamo parlando dello scandalo che dal 2013 ha colpito un gruppo di adolescenti tra i 14 e i 15 anni del quartiere Parioli a Roma. Quello che vedrete nei sei episodi che compongono questa prima stagione di«Baby» non è realmente ciò che è accaduto, ma è solo ispirato a fatti noti.

Scritta dal collettivo GRAMS - i cui cinque membri hanno un’età compresa tra i venti e i trent’anni - non spiega tanto il come, ma prova concentrasi e ad indagare sul perché si sia potuta verificare una situazione del genere. La regia è di Anna Negri e Andrea De Sica, che dopo il suo film «I figli della notte» (2017) torna ad esplorare tematiche legate al disagio giovanile nella upper-class italiana.

Ecco tutto quello che dovete sapere su «Baby».