Home TvSerie tv«Casa Howard»: la miniserie in costume che parla al presente

«Casa Howard»: la miniserie in costume che parla al presente

Tratta dal classico di E. M. Forster, con protagonista Hayley Atwell, la miniserie in onda su Sky Uno è ambientata a inizio Novecento, ma con un linguaggio fresco e ironico, affronta temi attuali

31 Maggio 2018 | 17:56 di Valentina Barzaghi

Non ci saremmo mai aspettati che un tocco di freschezza su argomenti scottanti del nostro presente come divario sociale, razzismo e questione femminile, ci sarebbe arrivato da una serie in costume, tratta da un classico dello scorso secolo come il romanzo di E. M. Forster (1910).

«Casa Howard» è una miniserie della BBC in quattro puntate che andrà in onda su Sky Uno a partire dal 1 giugno. Creata da Kenneth Lonergan - autore formidabile, conosciuto perlopiù per aver scritto «Gangs of New York» di Martin Scorsese, ma anche «Manchester By The Sea» - la serie è un remake dell’omonimo film di James Ivory con Emma Thompson, Anthony Hopkins e Helena Bonham Carter.

Eppure, grazie soprattutto a un cast formidabile capitanato da Haley Atwell, è proprio dalle melodrammatiche e quasi epiche atmosfere del film in costume che la serie - comunque ambientata all’epoca del romanzo - cerca di prendere le distanze, attualizzando sia la storia sia i suoi personaggi attraverso comportamenti e linguaggio.

Facendoci intuire come il destino dei suoi protagonisti sarebbe potuto essere diverso se non avessero vissuto il loro tempo, ci porta a riflettere sul presente, su dove siamo arrivati e quanta strada resti ancora da percorrere a proposito di molti aspetti della nostra vita sociale.