“Christian”: la serie supernatural-crime italiana

Dal 28 gennaio su Sky Atlantic e Now la serie con protagonista Edoardo Pesce nei panni della mano destra di un boss, che si ritrova investito da un gigantesco potere

Edoardo Pesce è Christian nella serie su Sky Atlantic e NOW dal 28 gennaio
28 Gennaio 2022 alle 09:00

Si puo' vedere su

Debutta il 28 gennaio su Sky Atlantic, in streaming su Now e on demand, “Christian” una nuova produzione di genere Sky e Lucky Red, in partecipazione con Newen Connect. Si tratta di una serie in sei episodi che unisce supernatural, crime, dramma e commedia in una storia originale con protagonista Edoardo Pesce (“Dogman”, “Se Dio vuole”) nei panni del fidato scagnozzo di un boss, che un giorno si trova investito di un potere molto speciale che cambia per sempre la sua esistenza e quella di chi gli sta intorno. 

«Christian è un supereroe all’amatriciana» l’ha definito il regista Stefano Lodovichi, dietro alla macchina da presa insieme a Roberto “Saku” Cinardi, che di “Christian” è anche ideatore. La serie prende infatti ispirazione dall’omonimo cortometraggio di “Saku” - famoso per aver diretto tanti videoclip, come quelli per Salmo, Tiziano Ferro, Verdena e molti altri - del 2012, in cui Christian era interpretato da Gabriele Mainetti. Una casualità, ma anche una piacevole coincidenza la collaborazione col regista di “Lo chiamavano Jeeg Robot” (2015), film con cui “Christian” condivide coraggio, ambientazioni di periferia, atmosfere, ma non storia. «Ci sono ispirazioni e gusto comuni, ma sono due storie diverse. In uno parliamo di superpoteri classici paragonabili ai Marvel o DC americani: il protagonista è una persona normale che viene investita da un superpotere. In "Christian" invece il potere, soprattutto all’inizio, viene vissuto come una dannazione. Nella sua irruenza, Christian se ne vuole liberare» ha detto Roberto “Saku” Cinardi. 

Ambientata in un luogo che viene chiamato Città Palazzo, “Christian” è una serie che si muove in una degradante realtà di periferia abitata da tanti personaggi diversi, ben stilizzati e sviluppati: «Il mondo che viene descritto in Christian è come lo specchio deformante di una società civilizzata e urbana che, riflettendosi, ha di ritorno un’immagine mostruosa di sé. Un film di riferimento è "Brutti, sporchi e cattivi": in Christian ho visto lo stesso tipo di coraggio che ci era voluto per realizzare il lavoro di Scola» ha detto Francesco Colella, che nel film è Tomei, il veterinario-medico del luogo, un uomo che ha conosciuto l’ipocrisia della società civile e se ne è discostato chiudendosi in quel mondo-non mondo da cui ha lasciato fuori emozioni o sentimenti. 

Oltre a Edoardo Pesce nel ruolo di Christian, nel cast della serie ci sono anche Silvia D’Amico, Giordano De Plano, Antonio Bannò, Francesco Colella, Milena Mancini, Lina Sastri e Claudio Santamaria. 

Seguici