Dentro la mente di una “Mantide”

Al via su Canale 5 la serie francese con Carole Bouquet nei panni di un’assassina... materna

"La mantide"
30 Agosto 2022 alle 08:00

Una fine d’agosto all’insegna del brivido. È quella che ci riserva Canale 5 con la serie “La mantide”, al via martedì 30 e mercoledì 31. Un thriller avvincente e originale che ha al centro una serial killer donna.

Si chiama Jeanne Deber (è interpretata da Carole Bouquet) e non corrisponde affatto al profilo tradizionale del criminale che uccide le sue vittime per il gusto di farlo. No, lei punisce uomini dalla reputazione inappuntabile che però, tra le mura domestiche, consumano violenze psicologiche e fisiche ai danni dei familiari.

O almeno lo faceva. Perché Jeanne, soprannominata “La mantide”, è rinchiusa da 25 anni in un carcere di massima sicurezza. Ma quando un misterioso serial killer riproduce i suoi stessi crimini in modo maniacale, le autorità le chiedono di collaborare. La donna accetta, ma a una condizione: il suo unico interlocutore sarà il poliziotto Damien Carrot (Fred Testot). E nessuno sa, al di fuori del commissario Dominique Feracci (Pascal Demolon), che Damien è il figlio di Jeanne diventato detective per riscattare la storia di famiglia. La donna viene quindi portata in una residenza blindata per collaborare alle indagini mentre Damien dovrà affrontare i suoi fantasmi e fare i conti con il passato.

Seguici