“Elite”: ritornano a scuola i ricchi rampolli di Madrid

Su Netflix gli otto nuovi episodi della serie spagnola (e quattro ministorie)

"Elite"
17 Giugno 2021 alle 09:15

Si puo' vedere su

Mentre le attrici Claudia Salas (Rebe) e Martina Cariddi (il nuovo ingresso Mencia), preparando una torta di panna e fragole annunciano la lavorazione della quinta stagione, il 18 giugno su Netflix riapre l’esclusiva scuola per la futura élite madrilena di Las Encinas.

Otto nuovi episodi preceduti da quattro ministorie dedicate ai protagonisti storici della serie tv: da lunedì 14 giugno già disponibili i racconti di Guzmán (Miguel Bernardeau), Caye (Georgina Amorós) e Rebe (la Salas); dal 15 quelli di Nadia (Mina El Hammani) e Guzmán (Bernardeau); mercoledì 16 è la volta di Omar (Omar Ayuso), Ander (Arón Piper) e Alexis (Jorge Clemente) e il 17 giugno chiuderanno Carla (Ester Expósito) e Samuel (Itzan Escamilla).

La terza stagione di “Élite” si era chiusa con l’inizio di un nuovo anno scolastico per Samuel, Guzmán e Rebe, che devono recuperare l’anno perso. Con loro ci sono Ander, tornato in piena salute, e Omar, diventato un nuovo studente. Mentre Caye, ormai smascherata, è stata assunta come bidella. In questa quarta stagione non ritroveremo la viziatissima Lucrecia, interpretata dall’attrice messicana Danna Paola, che ha preferito concentrarsi sulla sua carriera di cantante, ma faremo la conoscenza di una nuova generazione di rampolli, anche loro sempre pronti a tutto pur di una vita fatta di lusso, droga, sesso e ingombranti segreti. Un arrivo salutato così da uno dei protagonisti: «Che è successo quando sono arrivati?». «Hanno infettato tutto...».

E se le prime stagioni ruotavano attorno alla misteriosa uccisione della giovanissima allieva Marina (María Pedraza) e sulla morte del suo assassino, Polo (Álvaro Rico), il trailer ufficiale (che ha registrato oltre 75 mila visualizzazioni su YouTube in poche ore) ci anticipa una quarta stagione ancora più spregiudicata delle precedenti. Una curiosità: Las Encinas in realtà è il campus dell’Università Europea di Madrid.

Seguici