Home TvSerie tv“Euphoria”: su Sky Atlantic e NowTv il primo episodio speciale

“Euphoria”: su Sky Atlantic e NowTv il primo episodio speciale

In contemporanea con la messa in onda americana arriva la prima delle due puntate di “Euphoria - Trouble Don’t Last Always”, speciale ponte con la seconda stagione della serie

06 Dicembre 2020 | 9:00 di Valentina Barzaghi

Nella notte tra il 6 e il 7 dicembre e poi il 7 dicembre dalle ore 23.00, va in onda su Sky Atlantic e NowTv la prima delle due puntate di “Euphoria - Trouble Don’t Last Always”. S’intitola “Parte Uno: Rue” ed è scritta e diretta da Sam Levinson, creatore di tutta “Euphoria”.

Lo speciale fa da ponte tra la prima e la seconda stagione dell’acclamata serie teen-neon e oltre a Zendaya nei panni di Rue, ruolo che le è valso un Emmy Award come Migliore attrice protagonista, troviamo ancora una volta Hunter Schafer in quelli di Jules insieme a Colman Domingo ("Fear the Walking Dead").

Il teaser dell’episodio ci suggerisce qualcosa di quello che potrebbe accadere. Siamo a New York, in una tavola calda, la Vigilia di Natale: Rue e il suo sponsor Ali (Domingo) si trovano a mangiare pancake dopo una riunione della Narcotics Anonymous. Mentre l’uomo cerca di far riflettere la ragazza su come spezzare la sua dipendenza, Rue torna a pensare alla sua vita con Jules e alla forte influenza che ha avuto sulla sua ricaduta.

Per chi non avesse mai visto “Euphoria”: la serie racconta la turbolente adolescenza di un gruppo di giovanissimi al cui centro c’è Rue (Zendaya). La conosciamo al suo ritorno a casa dopo un periodo in rehab. È convinta di non poter vivere senza droghe a causa di diversi problemi fisici e psicologici che la tormentano dall’infanzia, come attacchi di panico e deficit d’attenzione, ed è già arrivata a un passo dall’overdose. “Euphoria” racconta la sua esperienza e quella di alcuni suoi coetanei, svelando dinamiche e problemi generazionali.

“Euphoria” parla di sesso, droga, noia e sentimenti estremi senza indorare il racconto, se non nella sua veste estetica, costruita alla perfezione per essere apprezzata sia dal pubblico giovane sia da quello adulto (e anche abbastanza esigente in materia seriale). È uno dei prodotti tv HBO che ha avuto più eco negli ultimi anni e non solo per la sua veste trasgressiva, quanto per il fatto che lancia una prospettiva nuova su una generazione.

La seconda stagione di “Euphoria”, che originariamente sarebbe dovuta uscire entro la fine di quest’anno, a causa dell’emergenza sanitaria in corso è stata spostata e la produzione rimandata al prossimo anno. Non rimane che aspettare, ma nel frattempo godersi lo speciale in onda su Sky.